COMMENTA QUESTO FATTO
 

ragazza che legge che studia

Voce del Verbo:
Studiare
Prima coniugazione – Modo infinito

Non sembri assurdo il verbo studiare, il parlarne oggi che il sole è alto e scotta, le scuole sono in vacanza e tutti o quasi hanno terminato le prove d’esame. Non ci si stupisca se Luglio diventa il mese in cui studiare può diventare un piacere, qualcosa che si fa perché ci appaga, ci fa compagnia e persino ci conforta.
Leggere per il gusto di sapere, di scoprire, accarezzare la pagina di un libro che attraverso il suo odore, le sue parole ci trasporta altrove. Le sue pagine, strette fra le mani, gli occhi attenti a seguire la riga e il senso, ci suggeriscono che studiare può essere bello, una volta decongestionato dal dover fare, dal doversi sottoporre a prove, a giudizi.

Studiare per incontrare sé stessi nelle parole e nell’animo di chi scrive, introdursi nel racconto che la Storia fa di noi, offrendoci la possibilità di riconoscerla. E di dire, sì ci sono anch’io dentro questo divenire. E mentre ricerchiamo la nostra parte migliore affidandoci con fiducia alla parola, alla poesia e al suo mistero, scopriamo che vogliamo sapere sempre di più, che non ci basta la razione di pane. Vogliamo toccare il grano della conoscenza, ed ecco che lo studio diventa un esercizio stupefacente che contrasta anche le difficoltà di ogni giorno e ogni esperienza negativa della vita. Una volta incontrato il fascino dello studio e la libertà interiore che esso ci concede, una volta capito che è anche attraverso lo studio che si comprendono meglio gli altri, lo si sceglie come amico. Come l’amico più caro.

Andreina Corso

[05/07/2014]

Riproduzione vietata

&#9674 Leggi tutti i verbi del giorno di Andreina Corso

Riproduzione Riservata.

 

3 persone hanno commentato questa notizia

  1. Dalla luna franante
    nell’acqua della terra:

    Lux bibliographica
    ad mathematicam
    de reum natura
    per vias abstrahendi
    super fines breakdown
    quae vocabuntur ratio
    sive scientia, lucida
    saxa surgentia nocte…
    … veni
    in me adlucinata lux,
    mecum resurge in verba
    quae saltantes exploravimus
    per vias originandae
    semanticae…

    … altre storie, altri mondi, altri linguaggi:
    altri… davvero?

    PUER DISCULUS:
    – Studiare, cioè tagliare
    per non continuare a divagare,
    ché naufragare in questo mar fa male,
    ti assomiglia alle maglie del morire:
    oh luce, lama della conoscenza!

  2. Studiare, conoscere, è la parte più importante della vita. i miei figli dicono che odiano lo studio, ma so che fra qualche anno non la penseranno più così, capiranno che si può studiare per il piacere di farlo. Si dovrebbe studiare a tutte le età.

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here