29.8 C
Venezia
sabato 31 Luglio 2021

Voce del Verbo di oggi: Scappare. 1a coniugazione, modo indicativo. Di Andreina Corso

HomeVoce del Verbo di Andreina CorsoVoce del Verbo di oggi: Scappare. 1a coniugazione, modo indicativo. Di Andreina Corso

scappare uomo in fuga inseguito

Voce del Verbo:
Scappare
Prima Coniugazione – Modo indicativo

Una giovane donna e le sue labbra suggeriscono, Scappare.
E i suoi occhi confermano, Scappare.
Sì, si scappa, anche se poi si torna, ma si è capito di poter scappare.
Dove vanno le gambe che portano a nuove strade, che scappano per scampare, evitare qualcosa o qualcuno: forse i ricordi, le parole, forse un affanno.

Svelto, scappa da chi ti rincorre, là in fondo, sul filo dell’orizzonte sentirai che fuggire è possibile. Riprendi fiato.
Il mondo è immenso e tu potrai incontrare altri luoghi, altri cuori, altri volti che non ostacoleranno il tuo viaggio. Tutto ti appartiene.
Anche il dolore, anche la nostalgia.
Andare e tornare, correre e stare fermi nella propria esistenza, senza poter fuggire da sé stessi, prigionieri come siamo del nostro sentire, degli affetti che ci hanno accompagnato e di quelli che abbiamo dimenticato.
Scappi e la vita ti insegue.
Ritorni e la vita ancora ti mostra le sue mani aperte, la sua voce è silenzio e tu l’ascolti muto.
Le gambe stanche cercano riposo.

Andreina Corso

29/08/2014

Riproduzione vietata

&#9674 Leggi tutti i verbi del giorno di Andreina Corso

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

2 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. Credo che si scappi proprio quando non se ne può più, quando qualcosa ci dice che è giunta l’ora giusta!

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.