29.8 C
Venezia
sabato 31 Luglio 2021

Voce del Verbo di oggi: Parlare. Prima coniugazione, modo infinito. Di Andreina Corso

HomeVoce del Verbo di Andreina CorsoVoce del Verbo di oggi: Parlare. Prima coniugazione, modo infinito. Di Andreina Corso

ragazza parla ragazzo non ascolta

Voce del verbo di oggi:
Parlare Prima coniugazione – Modo infinito

Complicato come sono, dovrò scomodare più volte la Vostra attenzione. Parlare Uno, oggi mi chiamo e in seguito vedremo perché. Intransitivo nel mio transitare, al tempo di Dante mi chiamarono Parabola, narrazione a tutto tondo consapevole di dover dire cose importanti, da imprimere nell’animo umano. Già più a ritroso nei secoli, io, Parola, raccontavo e gli altri mi stavano a sentire. Chi mi diceva, era chiamato cantore, già figlio del verbo cantare. Fedelmente in are. Pignolo e stanco nello sforzo di declinare, sfido a duello il verbo Pensare. E’ un avversario da considerare, se vince, mi potrebbe infilzare.

Ma io son Parola, come vi ho detto, sovrasto la voce per farmi sentire, passeggio fra i suoni, do un nome ai profumi e ai sapori. E poi quando stanca mi stendo sul letto, la pagina è quasi un lenzuolo perfetto.
Vocali e consonanti mi fanno da cuscino e io mi addormento serena e tranquilla: la parola del silenzio mi è quasi sorella.

Andreina Corso

[11/06/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

2 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. parlare….a volte è difficile parlare per dire le cose giuste….perchè non sai mai chi ascolta come le percepisce….a volte è meglio un silenzio che tante parole…
    La parola è però insostituibile…una parola d’amore, una parola di sostegno, una parola di gratitudine …possono dire tanto come può parlare un sorriso!!!!
    Per me è difficile sapere quando è il momento giusto di parlare….
    cerco sempre di ascoltare il mio cuore.

  2. La parola stanca che si stende sul letto…..è un”immagine tanto bella e profonda….quanto vera…
    Spesso la parola è stanca
    ..perché stanco è l’animo che la produce….e così. …per magia…mano nella mano…si rifugiano nella pagina…..che con pazienza e cura….li accoglie.e .li.libera…….cacciando a volte…quel pugno allo stomaco…..

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.