Voce del Verbo di oggi: mediare. 1a coniugazione, modo infinito. Di Andreina Corso

128

fidanzati discutono litigano

Voce del verbo di oggi:
Mediare
Prima coniugazione – Modo infinito

Da solo non ce la fa questo discusso verbo, a reggersi. Ha bisogno di un altro verbo, perché a mediare bisogna essere almeno in due, per trovare il punto medio.
A mediare s’impara, anche se non è facile quando le nostre convinzioni sono forti e perfino convincenti.
Si media e non si vince, si media e non si perde. A metà strada, fra partenza e arrivo, il verbo mediare ammonisce i testardi, delude l’incedere veloce di chi fatica a ritornare sui suoi passi. E si mette in attesa.

Si legano Mediare e Ragionare? Verbi in are, che con Arare scelgono la pazienza del lavoro del contadino, che cura la terra e che affronta le stagioni sapendo che il sole e la pioggia medieranno il destino del raccolto. Mediare soluzioni estreme, riportare al centro il dialogo per allontanare la sopraffazione eleva di significato questo verbo faticoso, talvolta relegato al ruolo sfiduciato del compromesso, della resa. Eppure una buona mediazione può evitare una guerra, ed evitare si accosta con fiducia al verbo meditare.

Andreina Corso

[18/06/2014]

Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

 

2 persone hanno commentato questa notizia

  1. Condivido le valutazioni di Andreina, applicabili anche in campo lavorativo allorchè si verifichino contrasti non risolvibili con il taglio netto di una decisione che spesso, dando ragione ad uno dei contendenti , deve trascurare le ( almeno parziali ) ragioni dell’altro.

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here