29.8 C
Venezia
sabato 31 Luglio 2021

Voce del Verbo di oggi: Inventare. 1a coniugazione, modo infinito. Di Andreina Corso

HomeVoce del Verbo di Andreina Corso Voce del Verbo di oggi: Inventare. 1a coniugazione, modo infinito. Di Andreina Corso

La Tasi è scaduta, ma c'è la proroga

Voce del verbo di oggi:
Inventare
Prima coniugazione – Modo infinito

Inventare qualcosa perché l’orrore non si ripeta. Inventare, verbo in are resuscitato dall’emergenza per porre fine alla violenza perpetrata da uomini che uccidono, violentano, distruggono donne e bambini. Le guerre mostrano atrocità che sanno inventare nuovi e rinnovati crimini.
Le cronache di questi giorni seguite da occhi increduli stinti d’infingimenti virtuali invadono una realtà che prevarica le certezze residue, che ci dice, ci racconta storie tremende.

Psichiatri autorevoli come Luigi Cancrini, ci sollecitano a guardare e guardarci dentro, per aprire un varco in quel male oscuro, non intercettato prima, che ci fa vedere l’altro da Sé, come il Male assoluto, da eliminare, semplicemente come si toglie di mezzo ciò che ci ostacola, sapendo che un tasto, un clic, lo può cancellare in un attimo.
Il difficile compito di un terapeuta impegnato a capire come possa la metamorfosi di un uomo provocare la morte di esseri umani che ti vivono accanto nella casa, nella famiglia che hai costruito insieme e che ora è una casella di un gioco telematico qualunque … riguarda anche noi.
Non ci piace, ma siamo obbligati a riprendere in mano le nostre certezze. E ad inventare un modo di condividerle e interpretarle. Per non precipitare nel vuoto dell’ignoto.

Andreina Corso

[19/6/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

3 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. Penso che bisognerebbe costruire una società fatta da gente che si rispetta e poi ognuno di noi deve fare la sua parte, se diventiamo migliori, anche i nostri figli lo saranno. Dovrebbero parlare gli uomini, dire perché sono loro a far paura.

  2. Da sempre la donna subisce violenze. Passano gli anni e ancora noi donne finiamo massacrate. Mi sembra impossibile che un uomo possa violentare una ragazzina e poi scoprire che è padre di famiglia. E’ orribile

  3. Le certezze non ci portano all’autocritica. Invantare qualcosa che abolisca il male’? sarebbe bellisssimo, ma è un impegno troppo grande. ci penso su

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.