10.8 C
Venezia
martedì 26 Ottobre 2021

Voce del Verbo di oggi: Amare. Prima coniugazione, modo infinito. Di Andreina Corso

HomeVoce del Verbo di Andreina CorsoVoce del Verbo di oggi: Amare. Prima coniugazione, modo infinito. Di Andreina Corso

mamma con il bambino

Voce del verbo di oggi:
Amare Prima coniugazione – Modo infinito

Amare, Mito racchiuso nella mente del Tempo, primo vagito di senso nelle mani dell’uomo.
Amare, parola infinita, onda universale attraversata dalle ragioni del cuore nel suo umano viaggiare.
Amare ed essere amati, necessità primaria, latte materno confluito fra i meandri del sentire, verbo in ire concentrato fra la parola e la mente, indispensabile per esistere, percepire ed essere percepiti.

Basta esistere per essere amati? Quel che è certo è che solo attraverso l’Amore il seme diventa fiore, il fiore diventa frutto e la terra è madre, grande madre per i suoi figli. Le mani hanno voluto e potuto curare quella terra, il cielo l’ha dissetata, il sole l’ha nutrita e illuminata.
L’amore è casa, luogo che accoglie chi bussa alla sua porta. Un bussare semplice: toc, toc. E la porta si spalanca.

Andreina Corso

[07/06/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

Data prima pubblicazione della notizia:

10 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. Scendeva dalle mie scale, l’amore. Leggero come un vento marino, sfiorava l’aria con lo sguardo.
    Soddisfatto, ma ancora voglioso pensò di risalire le amate scale.

  2. Grazie Andreina per questi bellissimi pensieri che sono fonte di mille ragionamenti e che mi allietano la giornata :)

  3. Amore è un dono che la vita ci fa.
    L’amore non è qualcosa che si compra al mercato, un tanto al chilo. E’ un atteggiamento verso la vita, la curiosità verso l’altro, la disponibilità ad andare a vedere. E’ il desiderio di perdersi, di condividere, di coinvolgersi, di farsi perturbare, di sognare. Di ballare insieme, di godere insieme. Se l’amore è questo, anche un litigio o un diverbio, un fastidio o un qui pro quo, anche le differenze entrano nel dominio dell’amore e aiutano a comprendersi meglio. Possono anche contribuire ad approfondire la relazione, perché amarsi non ha qualità, non è di più o di meno. Amore ha un peso specifico che non è accompagnato da un segno positivo o negativo. Ognuno ama come sa amare. Si tratta di un accadimento, una disposizione, uno stato d’animo un po’ magico.

    La felicità non è nelle cose, è in noi (R. Wagner)

  4. Come non immaginare dolcezza e tenerezza al risuonar di questo verbo: amare!
    Amare è anche soffrire ma soprattutto agire, agire in qualsiasi situazione e verso chiunque.
    Amare è anche silenzio.

  5. Amare credo sia il verbo che fa girare e muovere il mondo…non importa il colore della tua pelle, l’età , il sesso ….quando si ama si vive…..allora amiamo! Amiamo noi stessi, il tuo compagno, la tua compagna,la tua famiglia, i tuoi figli, i tuoi amici e se sei così grande anche i tuoi nemici….amiamo la vita…..e saremmo felici!!!!

  6. Al mattino, la prima cosa che faccio è leggere questi pensieri che sono secondo me, pensieri d’amore. Li leggo con il caffè.
    Grazie per questo momento che mi dà il buongiorno

  7. nessuno può vivere senza amare, nessuno può vivere senza sentirsi amato. E’ un verbo necessario, amare, come il pane, l’aria, il sole.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements