8.4 C
Venezia
mercoledì 01 Dicembre 2021

Voce del Verbo di oggi: Addomesticare. Prima coniugazione, modo infinito. Di Andreina Corso

HomeVoce del Verbo di Andreina Corso Voce del Verbo di oggi: Addomesticare. Prima coniugazione, modo infinito. Di Andreina Corso
la notizia dopo la pubblicità

il piccolo principe Antoine de Exupéry

Voce del verbo di oggi:
Addomesticare Prima coniugazione – Modo infinito

Cosa significa addomesticare, chiese Il Piccolo Principe alla volpe. “Addomesticare significa creare dei legami”. Antoine de Exupéry, padre di questo libro che ogni bambino ricorda e ogni adulto rimpiange, aiuta il nostro verbo odierno a rivelarsi. Un uomo, avrebbe risposto che addomesticare è ammaestrare, addestrare e persino domare. La volpe con il suo manto rosso spiega, voce del verbo spiegare, che il rosso del suo mantello sarà per il suo piccolo amico l’unico rosso amato fra tante volpi uguali, perché sono i legami che si riconoscono fra loro.

Il nostro addomesticare, non riguarda un cavallo, un cane, fin una tigre, ma appartiene al senso di dimora, di nucleo familiare, domestico, appunto. Significa accorgersi l’un l’altro di chi siamo, del nostro segreto punto d’incontro che diventa casa di quel legame. E allora addestrare, domare, verbi enigmatici in are, non li scomodiamo, li lasciamo riposare. Anche questa volta in are.

Andreina Corso

[05/06/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

7 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. Io adoro il Piccolo Principe che considero un grande capolavoro …
    proprio quando il piccolo principe chiede alla volpe:-” che cosa vuol dire addomesticare””?
    – ” E’ una cosa da molto dimenticata. Vuol dire creare dei legami…”
    …….
    …….
    -Ma se tu mi addomestichi , noi avremo bisogno l’uno dell’altro. Tu sarai per me unico al mondo, e io sarò per te unica al mondo”.
    “Comincio a capire…c’è un fiore…credo che mi abbia addomesticato…”

  2. Pensando alla volpe che vuole essere addomesticata dal piccolo principe e proprio attraverso questa richiesta dona un significato profondo al verbo scelto oggi da Andreina, mi viene spontanea una riflessione: perché non imparare ad addomesticare prima di tutto noi stessi? Certo ci vuole una pazienza infinita (lo dice anche la volpe)! Ma se riuscissimo ad accettare tutto ciò che di noi non comprendiamo, forse certi sentimenti potrebbero cambiare trasformando i nostri conflitti in legami e quindi diventerebbe meno difficile addomesticare anche gli altri.

  3. Il piccolo principe….che esempio di amore…..di semplicità complessa e profonda…..
    Addomesticare un cane…..un cavallo….con l’unico modo utile ed efficace….facendo trasformare l’addomesticare in educare…educare i nostri amici animali….
    educare i nostri figli….

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Rialto, turiste entrano per provarsi vestiti, defecano in camerino e si puliscono con i capi da provare

Rialto (Venezia), lunedì scorso, una giornata normale di flusso turistico nella direttrice Campo San Bartolomeo - San Lio nella prima vera apparizione di caldo estivo. Mai la commessa di un negozio di quella via, una giovane veneziana di 24 anni, avrebbe pensato...

Escort: quello che i veneziani vogliono. I racconti di Silvia, escort di Venezia

Chi sono i clienti delle escort a Venezia? Lo racconta una delle prime escort in classifica del sito di Escort Advisor, il primo sito di recensioni di escort in Europa. Silvia di Venezia, che esercita la professione nella città lagunare da...

Il nostro giornale festeggia: oltre 10 milioni di pagine viste

"La Voce di Venezia" a luglio 2014 ha incredibilmente abbattuto il muro delle 10 milioni di pagine viste. Era ormai qualche anno fa: un pugno di ragazzi (in parte di Venezia) usciti dal corso di laurea di "Scienze della Comunicazione"...

Sanzione disciplinare irrogata dal datore di lavoro. L’impugnazione. I principi di immutabilità, specificità, immediatezza e proporzionalità

La Sanzione Disciplinare irrogata dal datore di lavoro. Vediamo oggi l'impugnazione della sanzione e i principi di immutabilità, specificità, immediatezza e proporzionalità

G 20 a Venezia: città indifferente o infastidita

G 20 a Venezia: città e cittadini indifferenti o infastiditi, altro che occasione internazionale per mettere in mostra la città. In linea generale l'umore è irritato, gli incassi non sono all'altezza delle aspettative, il continuo sorvolo degli elicotteri, necessari alla sicurezza,...

Caro capitano Actv ti ringrazio. Lettere al giornale

Caro capitano Actv ti ringrazio. Sono quello che aspettava la corsa del 4.1 al pontile dei Giardini ieri, venerdì mattina alle 7.27. Non è colpa mia se sono una persona anziana. Ho lavorato tutta una vita e adesso ho bisogno di usufruire dei...

“Studenti con le gonne: i soliti per rappresentare un mondo alla rovescia”. Lettere

Gli studenti maschi del liceo classico Zucchi di Monza hanno indossato la gonna durante le lezioni per protestare contro il sessimo. A Parte il fatto che per rappresentare il sesso femminile avrebbero dovuto indossare dei maschilissimi jeans, il grottesco e ridicolo gesto...

Fiabe gay per i bambini negli asili e nelle materne: il Comune compra libri contro omofobia

Arrivare ai bambini attraverso le favole per contrastare l’omofobia. Il Comune di Venezia ha dotato asili nido e scuole materne di quarantasei storie per bambini, regolarmente acquistate e distribuite in migliaia di volumi. E' un’iniziativa di Camilla Seibezzi, la delegata del...

“I veneziani DOC non hanno mai fatto niente: mille sigle, associazioni, solo per blaterare…”. Lettere

In risposta alla lettera: "Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Il signor Francesco dimentica che Venezia è il capoluogo ( seppur bistrattato) e, il resto attorno è : centro storico, residenziale, ecc ecc. Spero per i suoi...

La Venezia perduta. Le Suore Imeldine e la scuola a San Canciano che non esistono più

"Era finalmente nata la Scuola Elementare “Imelda Lambertini”, che nei decenni a venire diverrà vero e proprio fulcro dell’intera zona, confermando l’area di San Canciano come una tra le più vive e fornite dell’intero Centro Storico. I suoi bambini dal grembiule colorato allietavano il circondario, generando ricchezza non solo sociale, ma anche economica per ogni attività della zona".

Venezia da oggi ha il ticket di ingresso. Potrà arrivare a 10 euro

Gli indotti che l'amministrazione potrà incassare riguarderanno verosimilmente i visitatori che arrivano con: grandi navi, autobus gran turismo, lancioni provenienti da altri comuni, treni, auto private, ecc.

Commessa veneziana perde 2.900 euro col ‘phishing’ e la banca non risponde: “Colpa sua”

Banca si rifiuta di riaccreditare le somme prelevate indebitamente a una commessa di Venezia, vittima del phishing: “colpa sua”.