27.3 C
Venezia
lunedì 02 Agosto 2021

Via Poerio a Mestre, un negozio su due chiude

HomeMestre e terrafermaVia Poerio a Mestre, un negozio su due chiude

affittasi negozi via poerio

Non serve la riqualificazione dell’area, i negozianti di via Poerio non riescono più a pagare l’affitto e sono costretti a chiudere.

Anzi è proprio anche a causa dell’infinito cantiere che molti si trovano a dovere smettere con la loro attività.

E così alcuni dal nulla, altri con un avviso, un negozio dopo l’altro chiude le sue saracinesche per non riaprire più.

Dei 14 negozi presenti lungo via Poerio, 5 sono chiusi e a settembre anche il centro Tim chiuderà i battenti e nessuno sa se in quei posti sorgeranno nuovi negozi oppure no. Certo la via è una di quelle più frequentate, ma dipenderà il tutto dall’affitto che i proprietari vorranno offrire.

Si perché nonostante i lavori, nonostante proprio a causa di essi i clienti non passassero più, gli affitti sono rimasti uguali. E così chi non vuole gettare la spugna, cerca un nuovo locale, magari più trafficato che possa compensare la retta dell’affitto.

Se la situazione però non è diversa anche in altre vie della città, come fanno altri negozi a resistere? Grazie alle tante iniziative che i negozianti hanno deciso di avviare per tenere viva la loro attività.

Un esempio sono i negozi di via Caneve e via San Girolamo che fino a sabato 17 organizzeranno mostre, sfilate e concerti. Con i negozianti che si daranno il cambio per mantenere il tutto più vivo che mai, unendo anche le forze.

«E’ un primo esperimento ma il modello può funzionare», commenta l’assessore al Commercio Carla Rey.

E così anche via Piave che da anni lotta per rimanere in vita, sabato ci propone ‘Piave into the music’, con concerti nei e nei ristoranti dalle 19 alle 22.

Redazione

[09/05/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.