Via Piave, improvvisamente una siringa sul collo: 14enne rapinato del cellulare

20860

Via Piave, improvvisamente una siringa sul collo: 14enne rapinato del cellulare

Via Piave, un ragazzo di 14 anni ha subito l’incubo peggiore delle persone che camminano pacificamente. Improvvisamente si è trovato una siringa sul collo: era una rapina.

E’ accaduto nel primo pomeriggio di sabato a Mestre, ma il fatto è trapelato solo oggi.
Il giovane è arrivato a casa molto scosso: dopo il fatto è tornato a casa di corsa, per fuggire da quella esperienza che lo ha sconvolto.

Via Piave, poco dopo le 14, teatro del fatto. Il delinquente lo aveva appena incrociato pochi passi prima. Aveva fermato il ragazzo con una scusa di chiedergli qualche euro da dargli.

Il 14enne, di ritorno dall’ultimo giorno di scuola, gli ha fatto cenno di no ed ha tirato dritto. Ma improvvisamente, dopo qualche passo, si è sentito predere da dietro.

Era sempre quello che mendicava. Secondo la descrizione un giovane dell’Europa dell’Est. Quando il 14enne si è girato ha visto che aveva una siringa puntata sul collo. Il rapinatore gli ha chiesto tutti i soldi che aveva, ma il ragazzo ha risposto che non ne aveva. “Allora dammi il cellulare” e al giovane non è restato altro che perdere lo smartphone.

Il 14enne si è messo quindi a correre per raggiungere al più presto possibile la sua casa. Qui il
fratello maggiore ha chiamato la polizia e spiegato cosa era successo. L’operatore ha inviato una volante ma alla povera vittima non è restato altro che presentare la denuncia nella speranza che il fatto sia stato ripreso dalle videocamere di sorveglianza.

Via Piave è al centro dell’attenzione delle forze di polizia. Vaste operazioni contro la delinquenza comune e contro lo spaccio sono state già eseguite ma l’allerta deve essere sempre alta.

Riproduzione Riservata.

 

Una persona ha commentato

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here