27.3 C
Venezia
lunedì 02 Agosto 2021

Via del Gaggian sgomberata, migranti bloccano circolazione (fotogallery)

HomeMestre e terrafermaVia del Gaggian sgomberata, migranti bloccano circolazione (fotogallery)

Via del Gaggian sgomberata da una cinquantina di migranti. La disposizione di sgombero della struttura di proprietà della Caritas da tempo rifugio di decine di profughi africani in fuga dai conflitti civili e giunti in Italia con i barconi approdati a Lampedusa, è stata applicata martedì mattina. Gli occupanti della struttura sono stati fatti evacuare dalle forze di polizia che alle 9 del mattino si sono presentate in tenuta antisommossa e in gran numero per applicare un’ordinanza firmata dal prefetto di Venezia Domenico Cuttaia.

Gli immigrati, tra cui anche due donne, sono stati prima identificati e quindi perquisiti. Poi uno alla volta sono stati invitati a fare i bagagli e andarsene. Tra loro molti ragazzi tra i 25 e i 30 anni. Alcuni con in possesso il permesso di soggiorno per fini umanitari, altri in attesa del rinnovo. «Stasera io ritorno qui perché non so dove andare» ha detto uno di loro. Un latro, 25enne, ghanese, se l’è pres a prima con la polizia e poi con l’Italia e ha creato qualche attimo di tensione gettando in mezzo alla strada il suo trolley sedenodis poi sopra bloccando così la circolazione stradale. Il problema, per molti di questi migranti, è lo stesso: hanno un permesso di soggiorno valido e sono pronti ad andarsene ma in Europa il loro visto non è valido e quindi li rimandano in Italia, dove non possono lavorare e trovano sistemazioni di fortuna come la casa di via de Gaggian alla Cipressina. In questo momento la trattativa diventa anche più difficile visto che senza una giunta comunale non ci sono più interlocutori dei servizi sociali del Comune a mediare con le forze dell’ordine e gli immigrati.

Lo sgombero è proseguito fino al pomeriggio. L’edificio di via del Gaggian è stato quindi reso inaccessibile con opere di muratura ed è stato disposto il presidio notturno da parte delle forze dell’ordine per evitare una nuova occupazione.

Redazione

[24/06/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.