18.1 C
Venezia
lunedì 02 Agosto 2021

Verona, morto Adriano Bauli

HomeNotizie VenetoVerona, morto Adriano Bauli

Se n’è andato all’età di 72 anni, il terzogenito della famosa famiglia veronese dei Bauli. Da tempo Adriano combatteva la malattia, anche se non ha mai smesso di pensare agli stabilimenti dolciari, nei quali si era recato, nonostante tutto, pochi giorni fa, per dare l’addio ad impiegati e collaboratori.

Si è spento sabato scorso, 3 maggio, in un letto dell’Ospedale Borgo Trento di Verona, a causa delle complicazioni dovute alla malattia.

Adriano era alla guida dell’azienda di famiglia insieme ai fratelli Alberto e Carlo; dagli anni ’60 agli anni ’80 si era occupato della sfera produttiva dell’impero fondato dal padre negli anni ’20, poi aveva invece iniziato ad occuparsi alla parte amministrativa, guidando la holding di famiglia, la Ruggero Bauli Spa e la Bauli Grill.

Dal 1979 al 1981 inoltre, Adriano Bauli aveva ricoperto l’incarico di Presidente del gruppo Giovani di Confindustria.

I funerali dello stimato amministratore della società Bauli, nonché terzo figlio del fondatore Ruggero, verranno celebrati, martedì 6 maggio alle 15:30 nel Duomo di Verona.

Redazione

[06/05/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

3 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. Buongiorno, unendomi al cordoglio di familiari ed amici, volevo segnalare l’errore nella fotografia del servizio, relativa al fratello maggiore di Adriano ossia di Alberto Bauli. Adriano, come tutta la famiglia, e’ stato esempio ed espressione di valori piu’ alti, umani, morali e imprenditoriali che l’industria italiana ha saputo esprimere, diffondere e trasmettere di generazione in generazione nella nostra nazione.

    • Ci scusiamo per l’imprecisione, esprimendo anche il nostro profondo cordoglio alla famiglia. La redazione

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.