5.9 C
Venezia
giovedì 02 Dicembre 2021

Venicemarathon 2013: vince keniano Machichim, terzo l’italiano Lalli

HomeNotizie Venezia e MestreVenicemarathon 2013: vince keniano Machichim, terzo l’italiano Lalli
la notizia dopo la pubblicità

venice marathon partenza stra

È partita stamane da Stra la 28esima Venicemarathon (nella foto i momenti della partenza) e ad arrivare al traguardo per primo, in Piazza San Marco e Riva Sette Martiri, è stato il keniano Nixon K. Machichim, che con 2 ore 13 minuti e 11 secondi si è imposto sul gradino più altro del podio. Nella maratona femminile vittoria di Mercy Jerotich Kibarus (Kenya) con 2 ore 31 minuti e 12 secondi.

Oltre 8 mila i partecipanti alla maratona di 42 km, che ha visto trionfare al terzo posto l’italiano Andrea Lalli (2h14’26”), l’atleta che fa parte delle Fiamme Gialle. Secondo posto invece per un altro keniano, Raymond Kiplagt, che per un pelo non ce l’ha fatta a guadagnare l’oro.

“Che gara dura! – ha commentato Lalli subito dopo l’arrivo – è andata molto bene fino al 30° chilometro, dal 33° in poi sono rimasto da solo ed è stata dura affrontare così il Ponte della Libertà. Pensavo di arrivare quarto ma poi davanti a me ho visto Masai, ho stretto i denti e sono riuscito a superarlo per un terzo posto che mi riempie di gioia».

Era da sette anni che un italiano non entrava a far parte del terzetto vincente, l’ultimo è stato Alberico di Cecco nel 2006. Buoni risultati italiani anche nella sezione femminile: Ambra Vecchiato (2h48’16”) è arrivata quinta e prima tra le italiane, dietro alle etiopi Halima Hussen Kayo e Sosena Tekle Gezaw. Prima Mercy Jerotich Kibarus.

Buoni risultati anche per quanto riguarda la handbike. Ad imporsi il pluripremiato Alex Zanardi, che con il tempo di 1 ora 11 minuti e 45 secondi è riuscito a battere Claudio Mirabile, al traguardo in 1 ora 15 minuti e 24 secondi.

Il campione icona dello sport paraolimpico italiano ha così dichiarato: “Siamo stati assieme fino al 30° chilometro – riferendosi a Mirabile – poi Claudio mi ha detto di andare perché non ce la faceva più a tenere il ritmo.” Ha poi proseguito: “A 47 anni penso di aver raggiunto obiettivi importanti in questa disciplina, però non mi risparmio mai. Proprio per questo ho già pronta una nuova sfida: domenica prossima correrò la Maratona di New York non più con l’handbike, ma con la wheelchair dell’atletica paraolimpica”.

Alice Bianco

[27/10/2013]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

“Venezia ‘Non è ecologica’, si può tranquillamente morire di smog”. Di Michele De Col (*)

Ancora una volta Venezia viene estromessa da qualunque provvedimento contro lo smog : natanti e navi possono continuare ad inquinare nonostante i valori ambientali siano spesso peggiori della terraferma! Chi tutela la salute di veneziani e ospiti in centro storico? Nessuno !

Arrivo a Venezia e subito multato in vaporetto per non aver obliterato, ma non è giusto

"Appena il tempo di sedersi e 2 addetti mi chiedono i biglietti che mostro prontamente. Mi dicono laconicamente che non sono stati validati e siamo in contravvenzione".

Essere disabile di serie B a Venezia: se non hai la sedia a rotelle non ti credono

Cara Redazione, mi chiamo Maurizio Coluccio, 48 anni, nato a Novara, Assistente della Polizia di Stato in pensione per una malattia autoimmune rara, da esserne l'unico caso al Mondo, incurabile, tanto da dover ricorrere già per ben già due volte a trapianti...

Jesolo: cani in spiaggia, perché in pochi rispettano le regole? Perché nessuno le fa rispettare?

Come ogni anno, decido di trascorrere qualche giorno di vacanza a Jesolo con la mia compagna e il nostro bimbo di un anno e mezzo. Dato che non abbiamo esigenze particolari, andiamo in spiaggia libera, in modo da avere più spazio...

Dove si buttano le batterie a Venezia? E un cellulare? Ecco luoghi e orari: è una “ecomobile”

Forse non tutti sanno che a Venezia esiste un' "Ecomobile" acquea itinerante, che raccoglie alcune tipologie di rifiuti urbani pericolosi. Utile, pertanto, ricordarne orari e luoghi, anche perché con l’ora solare, da martedì 9 novembre, sono cambiati gli orari. E’ stata inoltre istituita...

Controluce di Venezia. Foto di Iginio Gianeselli

Controluce. Splendido effetto, se ben usato, che marchia i toni chiaroscuri. Venezia, come sempre, si presta come splendida modella e lo scatto non può che essere affascinante. Grazie a Iginio per la foto. didascalia: Controluce di Venezia autore: Iginio Gianeselli invia una foto torna all'archivio delle foto

Santa Margherita (Venezia) e degrado: i residenti reagiscono

Degrado notturno in Campo santa Margherita: i residenti reagiscono. La pandemia l’aveva rimossa quella sgradevolezza di sapere e vedere un campo vivo, abitato dai residenti, amato per la sua solarità conviviale, trasformarsi nella notte in un deposito di rifiuti, di bottiglie e...

Come e’ morta Marilyn Monroe? giallo risolto dopo 51 anni in un libro

La Morte di Marilyn Monroe è uno dei più grandi misteri che costellano la storia americana. Ora, dopo 51 anni, la verità su Come e' morta Marilyn Monroe, venuta a mancare il 4 agosto del 1962, potrebbe essere svelata da un...

Nata Cassa Mutuo Soccorso per sostenere operatori sanitari che resistono al vaccino

Riceviamo e pubblichiamo. E' NATA LA CASSA DI MUTUO SOCCORSO , per sostenere ECONOMICAMENTE UN OPERATORE SANITARIO IN LOTTA CONTRO UN SOPRUSO, la sperimentazione vaccinale del decreto legge 44 art 4, che impone un vaccino che vaccino fino al 2023...

La strana storia della bambina di tre anni in giro da sola di notte a Venezia

La bimba, tre anni non ancora compiuti, ha attraversato a piedi, di notte, da sola, una parte di Venezia, città certamente bella e romantica, ma anche piena di insidie per una bimba così piccola a spasso da sola.

Se un lavoratore ha l’Indennità di Disoccupazione e al tempo stesso lavora «in nero» cosa accade?

Al lavoratore che ha reso all'INPS o al Centro per l'Impiego la dichiarazione dello stato di disoccupazione può essere contestato il reato di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico (art. 483 c.p.) che prevede la sanzione della reclusione fino a due anni.

Venezia, come si aggirano i divieti. Anziani che fingono stretching, passeggiate di coppia, di gruppo, ecc

Un normale pomeriggio veneziano primaverile, come se il coronavirus non esistesse. È questa la situazione di venerdì 10 aprile incontrata scendendo a piedi da Sant'Elena dove il parco è ancora quasi normalmente frequentato anche da bimbi con genitori. In via Garibaldi,...