23.1 C
Venezia
sabato 19 Giugno 2021

VENEZIA PROVINCIA DENUCLEARIZZATA

HomeCittà Metropolitana di VeneziaVENEZIA PROVINCIA DENUCLEARIZZATA
nucleare.jpg
Con i soli voti favorevoli della maggioranza (contraria e battuta l’opposizione) il Consiglio Provinciale conferma il suo “NO” al nucleare.
Il Consiglio, nella sua ultima seduta vota un Ordine del Giorno che “vieta su tutto il territorio provinciale l’installazione di centrali che sfruttino l’energia atomica”.

Il documento era stato presentato dal primo firmatario, il Verde Marco Favaro: “Il ritorno dell’Italia al nucleare è sbagliato per molte ragioni, in particolare perché sono ancora inaccettabili i rischi per la salute delle popolazioni e per l’ambiente. L’Ordine del Giorno, proposto dal Gruppo dei Verdi e che ha trovato l’appoggio di tutta la maggioranza di centrosinistra, sancisce la contrarietà  all’installazione di una centrale nucleare nel territorio provinciale: è una risposta politica importante, e non scontata, che dimostra la grande preoccupazione che il nucleare continua a suscitare. Sono certo che la ragionevolezza della democrazia, di cui già  si è avuta prova con il referendum del 1987, è il miglior antidoto alle ideologie del nucleare”. 

Particolarmente significativa la formula con cui si conclude il documento:
“IL CONSIGLIO PROVINCIALE DI VENEZIA dichiara il “territorio provinciale denuclearizzato”, contrario quindi alla produzione di energia nucleare; vieta su tutto il territorio provinciale l’installazione di centrali che sfruttino l’energia atomica; chiede che sia garantita la massima trasparenza e partecipazione nel processo di individuazione di siti di stoccaggio per i rifiuti radioattivi, derivanti dallo smantellamento delle centrali dismesse dopo il referendum del 1987 e prodotti annualmente da ricerca, medicina e industria; sollecita tutti gli attori pubblici e privati a percorrere con decisione la via maestra del risparmio e dell’efficienza energetica, e dell'impiego su larga scala delle energie rinnovabili.”

Data prima pubblicazione della notizia:

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor