23.1 C
Venezia
sabato 19 Giugno 2021

Venezia: gestore di noto ristorante a Rialto tra arrestati per spaccio di stupefacenti dai Carabinieri

HomeVenezia cittàVenezia: gestore di noto ristorante a Rialto tra arrestati per spaccio di stupefacenti dai Carabinieri

Già  da qualche tempo i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Venezia stavano svolgendo una serie di specifici servizi di controllo del territorio nell’ambito del centro storico della città  lagunare finalizzati alla prevenzione ed al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Dalle segnalazioni di alcuni cittadini, che evidenziavano strani e furtivi via vai nei pressi di un ristorante della zona di Rialto, nell’ipotesi che fosse l’obiettivo presso cui si approvvigionavano di sostanze stupefacenti per numerosi clienti, con i militari del Nucleo Operativo sono partite una serie di osservazioni e pedinamenti che nella tarda serata di ieri si sono concretizzati nell’arresto di due persone. 

Poco prima dell’ora di cena i militari sono intervenuti per seguire e bloccare a debita distanza il gestore di un ristorante veneziano, Renato L. , classe ’63, che aveva appena acquistato circa 10 grammi di cocaina.

Atteso a questo punto il momento più opportuno per intervenire, verso le 22 è scattato il blitz all’interno delle cucine di una famosa trattoria del centro storico, dove i Carabinieri hanno bloccato un cittadino nato in Albania ma residente a Mestre, Gazmend T. , classe ’81, che svolgeva le mansioni di cuoco, ritenuto il responsabile del giro di spaccio.

56 grammi di cocaina, nonché un bilancino di precisione utilizzato per confezionare lo stupefacente per gli acquirenti, due telefoni cellulari e 60 Euro in contanti l’esito della perquisizione. 

Con questa operazione è stata finalmente annientata un’importante fonte di alimentazione di “neve bianca” nel cuore del centro storico veneziano.

Ulteriori accertamenti sono attualmente finalizzati ad evidenziare la schiera di clienti e consumatori, che si approvvigionavano presso l’importante centrale di spaccio.

Data prima pubblicazione della notizia:

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor