Veneto, arriva lo ‘’psicologo di base’’ per prevenire i suicidi

294

medico omeopata e paziente

Il Veneto degli imprenditori, della crisi economica e delle sconfitte, da oggi, oltre che affidarsi al numero verde del servizio anti-suicidi (800334343) potrà contare anche sulla figura dello ‘’psicologo di base’’, un nuovo servizio che la Regione Veneto, la più colpita da questi tragici gesti, mette a disposizione per offrire conforto e consigli a chi è in difficoltà economica e sociale.

La nostra, è la prima Regione italiana ad introdurre questa figura sanitaria a livello base e come ha commentato lo stesso governatore, Luca Zaia: ‘’E’ una grande novità, un segno di civiltà che intende dare una risposta, tra gli altri, al problema dei suicidi’’.

Per ora, in fase che si può definire sperimentale, il servizio verrà attivato solamente in due Usl regionali (la numero 4 Alto Vicentino e la numero 7 di Pieve di Soligo, in provincia di Treviso), all’interno delle Unità territoriali di assistenza primaria (Utap) e nelle Medicine di gruppo. Ad occuparsi del coordinamento, sarà la dottoressa responsabile del servizio anti-suicidi, Emilia Laugelli.

Se la fase iniziale avrà effettivamente successo, la Regione si occuperà di organizzare una squadra di psicologi, che supporteranno ed affiancheranno il medico di medicina generale nelle sue funzioni quotidiane, offrendo sostegno psicologico ai pazienti che ne hanno bisogno.

Un aiuto che sicuramente verrà apprezzato visto il dato in continuo aumento, di suicidi dovuti alla crisi economica ed una media di 2-3 chiamate quotidiane al numero verde indicato (nell’estate 2012, in 19 mesi di attività, ha collezionato 1.137 telefonate, solo un centinaio fuori dal Veneto).

Redazione

[29/05/2014]

Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

 

Una persona ha commentato

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here