6 C
Venezia
giovedì 02 Dicembre 2021

Trovato il corpo della pornostar Ginevra Hollander? Gli inquirenti scoprono una cassa nel lago di Garda

HomeNotizie VenetoTrovato il corpo della pornostar Ginevra Hollander? Gli inquirenti scoprono una cassa nel lago di Garda
la notizia dopo la pubblicità

carabinieri barca rubata verona

E’ iniziato il recupero dal fondo del Lago di Garda della cassa che potrebbe contenere il corpo di Federica Giacomini, la pornostar 43enne nota nel mondo hard con il nome ‘Ginevra Hollander’. La donna era scomparsa lo scorso febbraio e di lei non si era saputo più nulla.
All’operazione stanno lavorando i sommozzatori della polizia di La Spezia ed altri subacquei volontari del Garda, con l’ausilio di strumentazioni come i mini-robot. Nessuno sa ancora cosa possa esservi all’interno, la cassa si trova alcune centinaia di metri al largo del porto di Brenzone, ad una profondità di circa 100 metri.

Della donna, originaria di Desenzano ma residente a Vicenza, non si avevano notizie dal 9 febbraio scorso e la denuncia dei genitori risale al 5 marzo. La sua auto era stata trovata nel veronese con i sedili macchiati di sangue e gli investigatori avevano pensato all’ex compagno di Federica, il 55enne bresciano Franco Mossoni. L’uomo, arrestato nel 1978 per l’omicidio della moglie e rinchiuso per alcuni in un ospedale psichiatrico, il 14 febbraio scorso era stato fermato all’ospedale San Bortolo di Vicenza dove armato di pistola aveva seminato il panico.

Le indagini sono coordinate dalla squadra mobile di Vicenza con il supporto dei colleghi di Veronae le indicazioni, piuttosto precise, sul luogo in cui si trova la cassa sono giunte agli investigatori che si occupano del caso la settimana scorsa. Secondo alcune indiscrezioni sarebbe stato un testimone a riferire di aver visto lo stesso Franco Mossoni scaricare qualcosa ‘di molto voluminoso’ nel lago di Garda, proprio davanti a Castelletto di Brenzone.

Mossoni è rinchiuso nell’ospedale psichiatrico di Reggio Emilia, ritenuto inattendibile dalla polizia. Sulla base di questa nuova testimonianza gli investigatori, con il supporto dei sommozzatori, hanno iniziato a scandagliare le acque del Garda già giovedì scorso, proseguendo venerdì, con un’interruzione nel fine settimana a causa del maltempo.

Ieri le ricerche sono nuovamente riprese e oggi c’è stata l’individuazione della cassa. Il contenitore non è ancora stato recuperato dall’acqua, si sta infatti attendendo l’arrivo di una squadra specializzata in interventi subacquei. Sul posto è giunta anche una pm della Procura di Verona, che per ora non ha rilasciato dichiarazioni.

Redazione

[17/06/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

La Venezia perduta. Addio a Testolini, la cartoleria dei veneziani. Storia e ricordi

Testolini chiude, dal 1911 la cartoleria dei Veneziani. Storia e ricordi di un altro pezzo di Venezia che scompare. Intervista a Stefano Bettio, assieme al fratello Alessandro, ultimi gestori.

Questo turismo porta benessere e posti di lavoro a Venezia? No: solo povertà e schiavismo

Negli ultimi decenni abbiamo assistito ad una graduale quanto inarrestabile trasformazione di Venezia: da città a non-luogo in mano al turismo e alle sue regole. Nel 1988, davanti a una popolazione residente di 81.000 unità, Paolo Costa e Jan Van Der...

Essere disabile di serie B a Venezia: se non hai la sedia a rotelle non ti credono

Cara Redazione, mi chiamo Maurizio Coluccio, 48 anni, nato a Novara, Assistente della Polizia di Stato in pensione per una malattia autoimmune rara, da esserne l'unico caso al Mondo, incurabile, tanto da dover ricorrere già per ben già due volte a trapianti...

“Venezia è tutta centro storico, ma vedo gente non residente a passeggio”. Lettere

Emergenza Covid: Ordinanza regionale 151: si può passeggiare solo "al di fuori delle strade, piazze del centro storico della città, delle località turistiche, e delle altre aree solitamente affollate". Venezia tutta centro storico, fatta di strade non certo rurali, è località turistica,...

Sciopero Comparto Sanità il 30 contro ‘Obbligo Vaccinale’ e ‘Green Pass’

Sciopero dei lavoratori della sanità (pubblico e privato) proclamato da Fed. Autonoma Italiana Lavoratori Sanità (FAILS) e Cobas Nordest.

La confessione di chi è “scappato” da Venezia: “Vetrerie, portieri, bugie…”. Lettere al giornale

In risposta alla lettera al giornale: "Il lusso dei grandi alberghi veneziani porta ricchezza? La confessione di Jacopo, portiere per 5 anni". Il sistema delle vetrerie è stato creato grazie alle sale, praticamente dei supermercati del vetro ( dove gira anche vetro...

Arrivo a Venezia e subito multato in vaporetto per non aver obliterato, ma non è giusto

"Appena il tempo di sedersi e 2 addetti mi chiedono i biglietti che mostro prontamente. Mi dicono laconicamente che non sono stati validati e siamo in contravvenzione".

Turisti riducono Piazza San Marco pizzeria a cielo aperto: da oggi non pagherò più le tasse

Il prof. Tamborini denuncia che la Polizia Municipale è intervenuta solo dopo molte insistenze e quando ormai non c'era più niente da rilevare. Oltre al fatto che ormai non viene praticamente sanzionato più nulla (neanche agli abusivi), perchè un cittadino deve...

Rottweiler libero in spiaggia azzanna una donna, paura a Jesolo

Il rottweiler ha attaccato e affondato i denti al polso della malcapitata che cercava proprio in questo modo di "parare il colpo".

Donna morta dopo 4 vaccini, figli: “A noi chiesto niente”, l’ospedale: “C’è il consenso informato”

La signora aveva fatto un ictus a marzo, dopo la prima coppia di vaccini. Ne avrebbe poi ricevuto altri due secondo la denuncia dei figli.

Musei Civici Veneziani, grave attacco a lavoratrici e lavoratori

Nei Musei Civici Veneziani si aggrava l’attacco alle lavoratrici e ai lavoratori dei servizi in appalto, con l’annuncio delle cooperative Coopculture e Socio Culturale della disdetta dei contratti integrativi aziendali. Ancora una volta l'unica strategia che le aziende intendono attuare è quella...

Accattoni e abusivi molesti, ora basta: denuncio chi non fa nulla

Ennesimo caso di accattonaggio molesto accorso tra campo san Cassian e Rialto ad opera di clandestini o rifugiati che vengono lasciati liberi di circolare pur essendo ospitati nelle cooperative e nei centri di accoglienza coi noti sussidi pagati dai contribuenti. E'...