29.8 C
Venezia
sabato 31 Luglio 2021

Treviso, preso il truffatore delle Postepay

HomeNotizie VenetoTreviso, preso il truffatore delle Postepay

postepay truffatore

Il furbetto delle Postepay è stato arrestato. Grazie ad un’operazione della squadra mobile di Treviso, guidata da Enrico Biasutti, è infatti stato fermato un truffatore che da mesi (dal 2013) usava documenti rubati e titoli elettronici altrui per prelevare denaro.

Una settantina di ignare vittime truffate tant’è che dalle stesse forze dell’ordine, il truffatore era stato soprannominato ‘’re della truffa della Postepay’’. Il ladro ha è un 41enne residente in un paese in provincia di Varese, denunciato però dalla della squadra mobile di Treviso.

L’uomo infatti aveva una tecnica particolare: colpiva solo a centinaia di chilometri di distanza da casa, non prelevava mai da Bancomat ed aveva messo a punto un piano specifico.

Dall’ inizio dell’anno 2014, l’ex operaio, aveva concentrato le proprie attenzioni sulle province di Treviso, Padova, Vicenza e Venezia. Si presentava nelle ricevitorie e nei tabacchini ed esibendo dei documenti rubati, con la sua foto sopra, chiedeva di ricaricare una carta Postepay di una somma compresa tra i 400 e gli 800 euro.

Arrivato il momento di pagare, con la transazione ormai avvenuta, presentava all’esercente un assegno, sapendo che non glielo avrebbe accettato, spiegava di essere un finanziere, lasciava in garanzia un documento e fingeva di andare al Bancomat per prelevare i contanti, ma in verità scappava.

Dopo gli accertamenti della polizia di Treviso, l’uomo è stato denunciato per truffa, sostituzione di persona ed utilizzo indebito di carte telematiche.

Redazione

[30/04/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.