20.4 C
Venezia
mercoledì 04 Agosto 2021

Il tram di Mestre più alto del sottopasso, il Consiglio si accende

HomeMestre e terrafermaIl tram di Mestre più alto del sottopasso, il Consiglio si accende

tram mestre venezia piazzale cialdini

Dopo che le ultime prove hanno dimostrato che il tram è più alto, di pochi millimetri, del sottopasso da via Cappuccina in direzione Marghera, ci si aspetta oggi un consiglio comunale davvero ricco di cose da discutere.

Pmv ha, intanto, già assicurato che oggi sarà introdotto un macchinario che sistemerà il dislivello di quei 3-4 millimetri che servono per far passare il siluro rosso, mentre è lo stesso Stifanelli a rassicurare come non ci sia nessun problema con la rotaia.

Il macchinario, dunque, dovrà limare la piattaforma facendo attenzione a non toccare la rotaia.

Il tutto dovrà essere pronto per il prossimo 30 aprile quando arriverà a Mestre la commissione ministeriale Ustif che dovrà poi dare il nulla hosta per il pre-esercizio.

Ma tra i vari partiti l’aria non è sicuramente tra le più leggere. Renato Boraso, consigliere di centrodestra, ha già dichiarato di volere organizzare nuove manifestazioni per bloccare il passaggio del tram e oggi, in consiglio, chiederà una dimissione di massa del sindaco e della sua giunta. «Questa vicenda è scandalosa – ha sbottato Boraso – e l’amministrazione dovrebbe dimettersi per manifesta incapacità».

A rispondergli ci pensa Claudio Borghello, capogruppo del Pd: «Polemiche sterili, trite e ritrite» e sugli intoppi di questi mesi Borghello continua «Tutto verrà risolto velocemente. Ora la cosa importante è spingere affinché si superino i ritardi e il tram arrivi a Marghera ed entro ottobre si concluda anche l’arrivo della tramvia fino a piazzale Roma».

Redazione

[28/04/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.