3.2 C
Venezia
lunedì 06 Dicembre 2021

Traffico acqueo: in Provincia il nuovo piano trasporti e mobilità

HomeNotizie Venezia e MestreTraffico acqueo: in Provincia il nuovo piano trasporti e mobilità
la notizia dopo la pubblicità

commissione trasporti provincia

La terza Commissione consiliare (trasporti) sul tema “Nuovo piano della mobilità nelle acque della laguna di Venezia” presieduta dal consigliere Michael Valerio si è riunita oggi. Presenti l’assessore ai Trasporti della Provincia Giacomo Grandolfo e del Comune di Venezia Ugo Bergamo, il presidente di Actv Luca Scalabrin, l’amministratore delegato di Avm e Actv Giovanni Seno e il direttore navigazione Actv Paolo Firpo.

L’Assessore Giacomo Grandolfo ha dichiarato: «La presentazione di oggi è stata utile e interessante perché i consiglieri hanno potuto apprendere le linee su cui si basa il piano di mobilità del Comune, e i provvedimenti previsti per mettere in sicurezza la navigazione in Canal Grande, una vera e propria emergenza, in particolare dopo il grave incidente dello scorso 17 agosto. Come Provincia proseguiamo un proficuo lavoro per quanto ci compete, che riguarda i trasporti nella Laguna di Venezia, in costante coordinamento con il Comune. I problemi da affrontare come sappiamo sono diversi e urgenti, soprattutto per quanto riguarda i transiti in Canal Grande dopo il tragico incidente dello scorso 17 agosto in cui è morto un turista tedesco. Transiti che coinvolgono tutti: dall’azienda del trasporto rifiuti, ai taxi, ai mezzi di Actv, ai trasporti commerciali, alle gondole».

L’assessore Ugo Bergamo ha ringraziato per l’opportunità offerta dalla Provincia che ha permesso di affrontare insieme un tema così importante: «Stiamo lavorando in un costante confronto costruttivo e con obiettivi comuni per arrivare a proporre soluzioni che garantiscano il decongestionamento in Canal Grande. Il lavoro continua al di là delle emergenze. Il problema reale come sappiamo è la frammentazione delle competenze per ciò che riguarda la Laguna, e quindi la complessità di arrivare ad una regolamentazione complessiva del traffico. Nostro obiettivo è giungere ad un piano del traffico che attraverso uno sforzo comune garantisca migliori condizioni di navigabilità e sicurezza, e che riesca a dimezzarlo del 50%». Tra gli obiettivi del piano per il Canal Grande: liberazione di spazi acquei in concessione, revisione di pontili privati che sporgono, limitazione al traffico di alcuni tratti, orari per lo scarico merci diversificati dal passaggio delle gondole.

L’amministratore delegato di Avm e Actv Giovanni Seno ha spiegato i piani aziendali per contribuire a questo risanamento, che vuol dire affrontare il problema del differenziale di velocità attualmente in vigore tra i vari mezzi e le esigenze dei pendolari e dei turisti.

Actv sta predisponendo tra l’altro il piano che garantisca orari e tempi di percorrenza certi e l’eliminazione delle interferenze tra i mezzi. Tra le soluzioni proposte la linea unica, i tornelli in ogni approdo, il raddoppio dei pontili di S. Vio, S. Marcuola, S. Stae, Guglie, Rialto mercato e Ca’ D’Oro.

La commissione proseguirà i lavori in una prossima seduta con le richieste di approfondimento da parte dei consiglieri.

Redazione

[07/10/2013]

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

La strana storia della bambina di tre anni in giro da sola di notte a Venezia

La bimba, tre anni non ancora compiuti, ha attraversato a piedi, di notte, da sola, una parte di Venezia, città certamente bella e romantica, ma anche piena di insidie per una bimba così piccola a spasso da sola.

Dottoressa Maria Elena De Bellis sospesa per no al vaccino: 1500 assistiti devono cambiare medico

Dottoressa Maria Elena De Bellis, una professionista stimata alla quale i suoi 1500 assistiti si sono sempre affidati con fiducia. Sarà difficile per i suoi pazienti rinunciare a un rapporto solido e rassicurante, instaurato in un tempo di reciproco affidamento. Eppure quell’ambulatorio...

Musei Civici Veneziani, grave attacco a lavoratrici e lavoratori

Nei Musei Civici Veneziani si aggrava l’attacco alle lavoratrici e ai lavoratori dei servizi in appalto, con l’annuncio delle cooperative Coopculture e Socio Culturale della disdetta dei contratti integrativi aziendali. Ancora una volta l'unica strategia che le aziende intendono attuare è quella...

No Vax in strada a Verona, c’è anche il prete: “Draghi e Brunetta, andrete all’inferno”

No Vax e proteste a Verona: in mille in corteo tra cui anche un sacerdote no vax. Si è svolto infatti oggi l'ennesimo pomeriggio di protesta da parte degli schieramenti No Green Pass - No Vax a Verona, dove si sono...

Cinema Santa Margherita: avevamo i pantaloni corti

La Venezia che era. Quella in cui siamo nati e cresciuti. Per molti l'unica vera, intesa come città. La foto risale agli anni 50-60. A quei tempi la città era ricca di sale cinematografiche che attiravano sempre un grande pubblico soprattutto nei...

“No al vaccino perché…”. Parla l’infermiere di Rianimazione: “Ecco le mie ragioni”

Troppo spesso si entra nel merito dei giudizi sul perché una percentuale di operatori sanitari rifiuti il vaccino anti-covid (non tutti i vaccini, si badi bene, essi non sono no-vax). Ecco le loro motivazioni espresse da un 'addetto ai lavori'. Gli si deve, quantomeno, l'opportuna libertà di parola, che tutti gli altri dovrebbero quantomeno fronteggiare con disponibilità all'ascolto. Questo significa essere informati.

Mostra del Cinema: non si riesce a vedere film, noi andiamo via. Lettere

Buongiorno, siamo un gruppo di accreditati che da anni vengono a Lido per la Mostra. Vogliamo portare a conoscenza e rendere pubblico che ce ne andiamo, siamo in partenza anche se mancano cinque giorni alla fine. A che pro stare qui se non...

Venezia conserva l’ultimo “Mussin”, l’imbarcazione settecentesca che apriva la Regata Storica

Venezia: nascosta in uno squero, al sicuro, coperta da un telo che la protegge dalle intemperie e dal passare del tempo. Sola, con se stessa, memore degli splendori del suo passato e lontana dagli sguardi indiscreti di chi potrebbe restare deluso...

Redentore di quest’anno segna il punto della città che sta finendo

E, alla fine, il Redentore, la festa più amata di Venezia, si svolse senza incidenti. Questo dicono le cronache, ma non si è trattato del solito copione che si ripete. Con un plauso per gli agenti dell'Ordine pubblico (un po' meno per...

Ovovia, il Comune di Venezia vuole i danni (video della traversata)

L’Ovovia del Ponte di Calatrava e la sua rimozione: il Comune chiama in causa per danni i progettisti e le imprese costruttrici.

La strana storia della bambina di tre anni in giro da sola di notte a Venezia

La bimba, tre anni non ancora compiuti, ha attraversato a piedi, di notte, da sola, una parte di Venezia, città certamente bella e romantica, ma anche piena di insidie per una bimba così piccola a spasso da sola.

Rapina in villa sul Terraglio pistole in pugno, minacciata bambina

Rapina odiosa a Mogliano, domenica sera. Sono circa le 19 e 30, quando quattro malviventi con passamontagna in faccia, irrompono nella villa sul Terraglio con le pistole in mano. Immobilizzano il proprietario, il petroliere Giancarlo Miotto di 79 anni, la moglie, e non...