6 C
Venezia
giovedì 02 Dicembre 2021

Tempesta di san Giuda: morti in Gran Bretagna, Francia ed Olanda

HomeMondoTempesta di san Giuda: morti in Gran Bretagna, Francia ed Olanda
la notizia dopo la pubblicità

tempesta tromba d'aria danni

Tempesta traditrice, denominata San Giuda, quella che ieri si è abbattuta sull’Europa del Nord. Quattro i morti in Inghilterra, due in Olanda, due in Germania ed uno in Francia, quattro i dispersi e tante persone senza elettricità, quasi 600 mila solamente nella zona londinese.

Problemi si sono registrati anche nei trasporti, ferroviari aerei e marini. 450 mila le persone bloccate nei porti senza poter partire, altre 20 mila imprigionate nei traghetti che non sono riusciti ad attraccare. All’aeroporto di Heathrow sono stati cancellati 130 voli, mentre allo scalo di Schiphol, ad Amsterdam, 50.

Il premier inglese David Cameron ha precisato che le squadre d’emergenza e i soccorsi sono impegnati e continueranno a fare il possibile per aiutare e mettere in sicurezza le persone, edifici e strade. Nonostante ciò, la tempesta ha spazzato via alberi, pali della luce e, nel Suffolk, anche un autobus a due piani.

San Giuda ha tradito maggiormente la popolazione inglese, che alle 6.50 del mattino è stata svegliata proprio dalle violente raffiche di vento (159 km orari) e dai nubifragi, che iniziati di notte si sono protratti per tutto il giorno. La prima vittima è stato un uomo di 51 anni a Watford, rimasto schiacciato da un albero caduto sulla sua auto.

Alle 7.20 ad Hever, nel Kent, il secondo decesso. Bethany Freeman, una 17enne che dormiva nella roulotte che i genitori avevano allestito in giardino per permettere ai muratori di lavorare in casa. Un albero si è abbattuto sul tetto del mezzo schiacciando la ragazza, mentre la madre, che si trovava in un’altra roulotte vicina, si è salvata.

A Londra, nel quartiere di Hounslow, due morti in circostanze simili. Un albero ha infatti fatto saltare l’impianto del gas e causato un incendio distruggendo tre case, tra cui quella di una coppia, deceduta durante l’incidente; a Westminster una gru è crollata sul tetto degli uffici del governo.

Continuano invece le ricerche di un 14enne di Newheaven, Sussex, disperso in mare da domenica e impossibilitato a tornare a riva.
A Dungeness, nel Kent, quando è saltata la corrente sono stati disattivati per precauzione due reattori nucleari da 550 megawatts.

Per gli esperti, questa bufera ricorda molto quella scatenatasi nel 1987, nella quale persero la vita 18 persone in Gran Bretagna, 4 in Francia e vennero sradicati 15 mila alberi. Ora la violenta perturbazione si sta dirigendo verso la Svezia e la Danimarca, dove l’allarme è da considerarsi alto.

Alice Bianco

[29/10/2013]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Fiabe gay per i bambini negli asili e nelle materne: il Comune compra libri contro omofobia

Arrivare ai bambini attraverso le favole per contrastare l’omofobia. Il Comune di Venezia ha dotato asili nido e scuole materne di quarantasei storie per bambini, regolarmente acquistate e distribuite in migliaia di volumi. E' un’iniziativa di Camilla Seibezzi, la delegata del...

Actv, dipendenti, utenti, sindacato: chi ha ragione?

Filt Cgil giudica severamente il sistema dei trasporti, fino a definirlo indecente e vergognoso, l'azienda accusa il sindacato di spacciare fake news...

Il Comune contesta la cassettina per i libri gratis, Ticozzi: “Da premiare, non sanzionare”

Il Comune di Venezia contesta al bookcrossing l'occupazione di suolo pubblico. Ticozzi: "iniziativa da premiare non da sanzionare".

Dottoressa di base No Vax sospesa: paese senza medico

La dott. Dina Sandon è sospesa come medico di base dall'Ulss di Padova privando la comunità di Cervarese Santa Croce della sua assistenza

“Venezia va rispettata, chiediamo ai veneziani il permesso per vederla”. Lettere

"Venezia va rispettata così come i veneziani...". Il senso di chiedere "permesso" segno implicito di rispetto quando si va in casa d'altri

Processo del lavoro e prova per testimoni: la delicata posizione del collega-testimone

In questo articolo analizzeremo la delicata posizione del testimone all'interno del processo del lavoro e come tale problematica stia evolvendo alla luce della crescente precarizzazione della forza-lavoro. Nel rito speciale del lavoro, come più in generale nel processo civile, è ammessa la...

Elezioni scolastiche: “Far votare solo con chi ha Green Pass è discriminatorio!”. Lettere

Ci sono cittadini di serie a e di serie z... e poi ci sono i fedelissimi esecutori, che oggi come nel '36 eseguono ordini come autentiche macchinette da regime... ma che poi si pentono amaramente come nel '45. Inutile dire che ...

Donne sputano la comunione, altre sputano sul Cristo. Nelle chiese si moltiplicano le profanazioni

Oltraggi e profanazioni nelle chiese veneziane pare siano molto più frequenti di quanto si immagini. Altri episodi che, seppur meno gravi, testimoniano della situazione che si vive nelle chiese del centro storico veneziano, affollate da fedeli ma anche da turisti.

“Frecce tricolori su Venezia: io non le gradisco e il mio cane ha paura”. Lettere al giornale

Gentile cronista, la prego di pubblicare quanto segue. Le Frecce Tricolori a Venezia oggi (venerdì 28 maggio, ndr) sono passate ripetutamente con sorvoli verosimilmente bassi, tanto che mi tremavano i vetri della casa. Avevo letto che la loro esibizione è domani (sabato 29...

Venezia affollata: altri 50mila. Ancora trasporti in difficoltà

"Mamma ma Venezia è sempre così affollata...?". La mamma cerca una risposta che abbia una logica, ma la risposta la possiamo dare noi: "Sì tesoro, praticamente sempre e peggiora di sabato e domenica". La scena viene colta andando verso i Gesuiti tra...

Fiabe gay per i bambini negli asili e nelle materne: il Comune compra libri contro omofobia

Arrivare ai bambini attraverso le favole per contrastare l’omofobia. Il Comune di Venezia ha dotato asili nido e scuole materne di quarantasei storie per bambini, regolarmente acquistate e distribuite in migliaia di volumi. E' un’iniziativa di Camilla Seibezzi, la delegata del...

Weekend di sofferenze a Venezia. Alla Celestia visitatori della Biennale opprimono i residenti

L'ultimo weekend a Venezia ha portato un flusso eccezionale di persone. I numeri ufficiali si sapranno più avanti ma per chi abita in città non ce n'è bisogno: la prima settimana estiva ha visto la città assalita da turisti, vacanzieri e...