Tasi: Treviso e Vicenza pressing su Palazzo Chigi per un rinvio

91

tassa sulla casa imu iuc tarse tasi ecc

I primi cittadini di Treviso e Vicenza, Giovanni Manildo e Achille Variati stanno facendo pressioni al Governo, per chiedere di posticipare il pagamento della tanto famosa Tasi.

La richiesta è stata presentata ed è già arrivata sul tavolo del Ministero dell’Economia e dello Sviluppo. In settimana si terrà una riunione, alla presenza del sottosegretario, Pier Paolo Baretta, che accogliendo l’istanza, fungerà da portavoce dei due sindaci.

Manildo ha commentato soddisfatto per questo primo passo: ‘’Aspettiamo, ma sono fiducioso che la data per il pagamento della Tasi e dell’Imu venga allineata con il versamento del modello unico. Quindi, una mini proroga dal 16 giugno, ai primi di luglio. È impossibile fare una delibera locale per cambiare la scadenza, come ha fatto Venezia, non è una strada percorribile. L’unica opportunità è chiedere al governo di procedere’’.

Stamane intanto, in concomitanza con una visita istituzionale a Roma, Variati porterà avanti la sua e la campagna del collega di Treviso, affinché questo rinvio richiesto venga accolto, agevolando i contribuenti e gli uffici di commercialisti e Caff, che in questi giorni sono presi d’assalto.

Intanto a Treviso, martedì e mercoledì l’ufficio tributi aprirà con orario potenziato (9-12, 15-18) e sul sito si può utilizzare un apposito software per calcolare la Tasi sulla base della rendita catastale dell’immobile, così come su quello del Comune di Vicenza.

Redazione

[03/06/2014]

Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here