16.3 C
Venezia
martedì 21 Settembre 2021

TAGLIANO LA TESTA AD UN SOLDATO FUORI SERVIZIO | A causa della maglietta che indossava

HomeMondoTAGLIANO LA TESTA AD UN SOLDATO FUORI SERVIZIO | A causa della maglietta che indossava

NOTIZIE MONDO | Non ci sono bombe. Non ci sono allarmi biochimici, non ci sono le strategie del terrore che abbiamo finito per imparare sentendo di attacchi terroristici senza pietà . Ci sono solo due fanatici che incontrano un ragazzo inglese per strada e siccome è un soldato, gli tagliano la testa. Hanno dei coltellacci e un machete in mano. La scena è barbara alla luce del giorno. Possibile che siamo a questo?
La scena orribile può avere mille interpretazioni, tra cui anche quella più banale: il ragazzo indossava una T-shirt con scritto “Help the heroes”, “Aiutate gli eroi”, intendendo così una richiesta di non dimenticare i ragazzi che vanno a difenderela patria americana in guerra.

E' pomeriggio, sono le 14.20, Woolwich è una zona di traffico ed è piena di gente, di mamme con bambini, sulla riva meridionale del Tamigi, verso Greenwich. Un giovane passeggia in John Wilson Street. Una macchina lo affianca. Ne scendono due individui che lo bloccano, lo finiscono con brutalità . Uomini e donne scappano. Qualcuno ha la forza di riprendere una scena e di inviarla a Itv. Nel filmato si vede un giovane nero avvolto in una giacca con le mani sporche di sangue. Parla. Invasato.

«Dobbiamo combatterli come loro combattono noi, occhio per occhio, dente per dente». Il suo complice con i coltelli in mano trascina il corpo del soldato in mezzo alla strada, senza pietà , la testa staccata. «È la volontà  di Dio». La polizia arriva e spara. I due assalitori restano feriti.

Poco prima urlavano sfidando i passanti: «Volete finire in televisione? E allora tirate fuori i cellulari e filmate» e si mettevano in posa. Un testimone, una donna racconta che avevano in mano «grossi coltelli da macellaio». E ai loro piedi, sull'asfalto di John Wilson Street a Woolwich nel sud-est londinese, il corpo di un soldato in abiti civili che stava rientrando in servizio, con la testa staccata. Lo hanno preso, trascinato, ucciso e decapitato a due passi da una scuola elementare e dalle caserme dell'artiglieria.

Solo due invasati? Ma allora l'America e il mondo a questo punto si interrogano: e quanti altri ce ne saranno?

paolo pradolin
[redazione@lavocedivenezia.it]

Riproduzione Vietata
[23/05/2013]


Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements
sponsor