giovedì 27 Gennaio 2022
1.6 C
Venezia

SUICIDI A TREVISO | Tre uomini si tolgono la vita

HomeRegione VenetoSUICIDI A TREVISO | Tre uomini si tolgono la vita

TREVISO | Un' incredibile catena di suicidi sta sconvolgendo la marca trevigiana: tre uomini si sono tolti la vita nello stesso modo, impiccandosi in casa. Le tre tragedie non erano collegate: due erano senza lavoro, il terzo sarebbe stato a causa della depressione. E proprio quest'ultimo suicidio, di V.C. di 62 anni, appare incredibile perchè persona conosciutissima nel Trevigiano in quanto titolare di un'azienda molto nota di Susegana.L'uomo non aveva problemi economici ma una patologia depressiva inguaribile che lo ha portato al tragico gesto ieri pomeriggio, dopo aver lasciato una lettera ai familiari in cui scrive un breve ma disperato messaggio: “Chiedo scusa. Perdonatemi se potete, ma non ce la faccio più”. La moglie è rientrata in casa, e in cucina ha trovato il cellulare dell'uomo con vicino il biglietto d'addio. Lei lo cerca, disperata, e lo trova ancora vivo impiccato a un tubo del gas nel sottoscala dello scantinato. L'uomo respirava ancora ma per lui ormai non c'era niente da fare, nonostante i numerosi tentativi di rianimazione degli operatori del 118.
Imprenditore di successo e titolare di un'azienda di famiglia fondata dal padre, viveva con la moglie di seconde nozze e il figlioletto di cinque anni a Colfosco. Da tempo l'uomo soffriva di depressione e il suo stato di salute non era buono.

Gli altri due uomini, uno di 48 anni e uno di 58, si sono suicidati per cause diverse da quelle precedenti. Non una depressione ma la perdita del lavoro e il fantasma di non riuscire ad andare avanti.
Il primo si chiamava G.M., era residente nelle palazzine che sorgono attorno alla Ghirada. L'uomo, oltre ad aver perso il lavoro di recente, aveva problemi famigliari, e probabilmente la crisi economica, la paura di non poter provvedere ad una famiglia già  in difficoltà  per conflitti interni, lo avrebbe spinto a togliersi la vita nella propria casa, stringendosi un a corda al collo. L'uomo viveva da solo e pare non vedesse spesso la moglie e i figli, e in un momento di disperazione avrebbe deciso di togliersi la vita. Il corpo dell'uomo è stato trovato ieri poco prima dell'una da un conoscente, che si era insospettito a causa della mancanza di risposte da parte di Giancarlo.

La terza vittima, G.C., di 58 anni, si è ucciso impiccandosi ieri mattina a una trave del gazebo nel giardino della sua casa, a Santo Stefano di Pinidello. Anche lui ha lasciato un biglietto con poche parole, per giustificare il suo tragico gesto. Lo hanno trovato i vicini poco dopo le 10.30 senza vita nel suo giardino ed hanno dato l'allarme, ma ormai anche per lui non c'era più niente da fare.
All'uomo mancavano solo un paio d'anni alla pensione, ma da tre aveva perso il lavoro e non riusciva a trovarne altri. A questo, si è aggiunto il fatto che dopo la perdita della moglie di origine tedesca, un paio d'anni fa, ora doveva lasciare anche la casa dove abitava e dove aveva abitato con lei. La casa è infatti di proprietà  dei fratelli della moglie e questi avrebbero chiesto all'uomo di lasciare libero l'immobile per poterlo vendere. Forse è stata proprio l'ultima goccia che ha fatto traboccare il vaso per l'uomo che nel giro di pochi anni aveva già  subito troppo dolore e amarezze. Così ha deciso di porre fine alle sue sofferenze.

Giorgia Pradolin
[[email protected]]

Riproduzione Vietata
[23/10/2012]


titolo: SUICIDI A TREVISO | Tre uomini si tolgono la vita
foto: CARABINIERI, RILIEVI (REPERTORIO)


Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Anche la banca diventa bar: 50 ora i locali a Santa Margherita. Di Andreina Corso

Il problema Movida e i suoi affluenti, vien da dire ridendo amaro. Abbiamo ricevuto una bella lettera, lungimirante da Eric, cittadino canadese, che riportiamo qui sotto, per chi non l’avesse ancora letta. “Sono canadese e sono andato due volte in Venezia. Mi...

Da lunedì niente mezzi senza Super green pass: la rabbia dei residenti delle isole

Cattive nuove per gli abitanti nelle isole della laguna sprovvisti di Super green pass: da lunedì non potranno salire sui mezzi di trasporto. Vivere in un’isola e non poter salire sui mezzi di trasporto per recarsi al lavoro, andare a scuola, o...

“C’è l’obbligo di vaccinazione, perché non posso scegliere il Novavax?”. Lettere

Siamo a gennaio 2022 ( i commenti che ho letto sono molto più vecchi). Non mi sono ancora vaccinata perché, vedendo anche brutte conseguenze post vaccino su alcune persone a me conosciute ( direttamente o indirettamente) a me questa Terapia genica...

Mestre, palpano il sedere alla moglie. Marito li redarguisce e viene picchiato anche se ha la figlia in braccio

Il padre di famiglia ha rinunciato a fare denuncia temendo che, a causa delle leggi attuali, i balordi sarebbero tornati presto in strada e avrebbero potuto decidere di andarlo a cercare per vendicarsi

Legge n. 104, cosa si può e non si può fare. Quali sono le sanzioni in caso di abusi?

Molti lettori si saranno posti il seguente problema: se usufruisco di giorni di permesso retribuito per assistere un familiare con handicap, devo occuparmi di quest’ultimo in quel periodo a «tempo pieno», solo durante il normale orario di lavoro, oppure posso comunque utilizzare quei giorni anche per riposarmi e dedicarmi ad altre attività? Quali sono gli abusi? Quali sanzioni rischio?

Due Coca-Cola (per fare pipì) a Venezia? 8 euro (al banco). Lettere

Gentile cronista, premetto che sono di Treviso, non sono di provenienza "locale" e forse questo conta ancora nella vostra città. Lunedì 25 ottobre, mi trovavo con mia figlia, in gita a Venezia con altre famiglie e compagne di mia figlia. Visitando la vostra magica...

“Alcune malattie non hanno cure dopo 40 anni, il vaccino lo hanno fatto in pochi mesi: è un miracolo”. Lettere

E' convinzione che i miracoli siano spettanza religiosa: falso! Nell'ultimo anno e mezzo è accaduto un miracolo "laico" che ha dell'incredibile. Dopo 40 anni di ricerca, nessun vaccino contro l'HIV; nessun vaccino perpetuo contro la banale influenza; nessun trattamento farmaceutico valido...

“Far pagare spese sanitarie a chi non si vaccina: proposta oscena”. Lettera

La proposta di far pagare le cure sanitarie a chi si ammala dopo aver rifiutato il vaccino è oscena: "E le altre malattie?"

Studiare a casa? Un orizzonte che ci riguarda. Di Andreina Corso

Quanti bambini, quanti ragazzi sognerebbero di non andare a scuola, di studiare a casa, magari supportati dai genitori, se non devono andare a lavorare, dai nonni, dagli amici, dai vicini, guidati dai loro interessi nella scelta degli argomenti che più li...

Ore 12, settanta persone al Pala Expo si alzano in piedi e si mettono a cantare: è il coro della Fenice che ringrazia il...

Come in un flash mob, bello perché sorprende ed emoziona. Improvvisamente e inaspettatamente 70 persone, che parevano in attesa del proprio turno, a mezzogiorno si sono alzate in piedi e si sono esibite per mezz'ora a sorpresa, in mezzo allo stupore degli...

Walter Onichini è in carcere, Zaia: “Mattarella conceda la grazia”

Caso Onichini: Zaia chiede la grazia per il macellaio che è in carcere per aver sparato al ladro. "Mi rivolgo al capo dello Stato e chiedo che venga concessa la grazia a Walter Onichini", sono state le parole del presidente della Regione...

Actv, dipendenti, utenti, sindacato: chi ha ragione?

Filt Cgil giudica severamente il sistema dei trasporti, fino a definirlo indecente e vergognoso, l'azienda accusa il sindacato di spacciare fake news...