5.9 C
Venezia
giovedì 02 Dicembre 2021

Su Report (Rai Tre) puntata sul caffè e sul servizio di Tosi, ma del filmato a luci rosse non esce nulla

HomeCronacaSu Report (Rai Tre) puntata sul caffè e sul servizio di Tosi, ma del filmato a luci rosse non esce nulla
la notizia dopo la pubblicità

milena gabbanelli report su rai tre

Report, su Raitre, di Milena Gabanelli, ha parlato di caffè all’acqua sporca, filtri che non vengono puliti e miscele di bassa qualità dei bar italiani, di intromissioni delle aziende del caffè nelle politiche economiche dei bar, del rinnovo di oltre 350 poltrone e dei cda delle più grandi società partecipate dallo Stato come Eni, Enel, Poste Italiane, Terna e Finmeccanica.

Ma quello che tutti attendevano (da settimane, ormai) era il servizio sull’amministrazione Tosi a Verona, sulla sua Fondazione «Ricostruiamo il Paese» e sulla presunta esistenza di un video hard che conterrebbe immagini imbarazzanti per il sindaco di Verona, video che potrebbe essere usato per ricattare il primo cittadino.

Report, alla fine, ha messo in onda l’inchiesta giornalistica di Sigfrido Ranucci sul sindaco leghista di Verona, e cioè il servizio fa discutere da settimane.

Milena Gabanelli ha raccontato il punto di vista della redazione, dopo che il 21 febbraio Tosi, in una conferenza stampa, aveva indicato un suo giornalista come autore di un’inchiesta che avrebbe voluto costruire prove false nei suoi confronti, producendo audio e video nei quali Sigfrido Ranucci – co-autore di Report – si dice disposto a pagare per entrare in possesso di un filmino compromettente.

«In 17 anni non abbiamo mai pagato nessuno e non lo avremmo fatto neppure stavolta», ha detto la Gabanelli ieri sera. Le due persone che hanno registrato l’incontro con il giornalista di Report, il cantante leghista Sergio Borsato e Massimo Giacobbo, non sapevano che anche Ranucci si era munito di telecamera. Report ieri ha così trasmesso il video che nessuno aveva ancora visto, l’incontro tra Ranucci e Borsato prima dell’arrivo di Giacobbo. E’ Borsato a parlare molto, di tangenti anche a Finmeccanica, forse per rendere più credibile la trappola che ha preparato per Ranucci, e tira in ballo la moglie di Flavio Tosi, Stefania Villanova, dirigente della Sanità alla Regione Veneto. E dice al giornalista che per ottenere il video scandaloso in possesso di Giacobbo bisogna pagare.

L’inchiesta di Report è proseguita con la testimonianza di un ex dirigente provinciale della Lega che assicura di aver visto alcuni fotogrammi del video hard che metterebbe in imbarazzo Tosi, ed è poi continuata con l’intervista, fatta qualche tempo fa, a Marco Giorlo, assessore allo Sport di Verona, che si è dimesso 5 giorni fa. Perché quelle dimissioni? «Solo fango su di me», ha detto Giorlo.

Si parla poi della fondazione del sindaco di Verona e di sue vicinanze con alcune famiglie importanti nel campo dell’imprenditoria dalle origini dubbie, di cene in cui si sarebbe parlato di smaltimento dei rifiuti, e di costruzioni edilizie.

Del filmino compromettente su Flavio Tosi non vi è traccia, comunque, così, alla fine, nessuno può confermare la sua reale esistenza. Quello che appare certo, invece, è che Report non ha mai pagato per acquisirlo.

Redazione

[08/04/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Morte improvvisa dopo vaccino, esposto in Procura a Mira

Alessandro Cavarretta, 51 anni, mercoledì scorso si sottopone al vaccino, dopo due giorni la morte improvvisa lasciando tutti nell'angoscia e con una domanda pendente: perché? Il certificato di decesso parla di arresto cardiocircolatorio ma essa non chiarisce come diagnosi di morte, è...

Mestre, palpano il sedere alla moglie. Marito li redarguisce e viene picchiato anche se ha la figlia in braccio

Il padre di famiglia ha rinunciato a fare denuncia temendo che, a causa delle leggi attuali, i balordi sarebbero tornati presto in strada e avrebbero potuto decidere di andarlo a cercare per vendicarsi

19enne di Pianiga trovato morto a Padova. La disperazione della famiglia. Di Andreina Corso

Un ragazzo muore a 19 anni a Padova, all’interno di un capannone abbandonato poco distante dal Parco delle Mura, frequentato da chi si trova a vivere in strada, a cercare riparo e rifugio per la notte che sembra coprire con una...

Carabinieri chiudono noto bar-ristorante di Venezia

I Carabinieri del Nucleo Natanti di Venezia, al termine di accertamenti eseguiti con l’ausilio della Compagnia Carabinieri di Venezia, di tecnici dell’Ufficio Salvaguardia del Provveditorato Provinciale alle Opere Pubbliche per il Veneto e della Polizia Locale, hanno posto sotto sequestro...

Turisti riducono Piazza San Marco pizzeria a cielo aperto: da oggi non pagherò più le tasse

Il prof. Tamborini denuncia che la Polizia Municipale è intervenuta solo dopo molte insistenze e quando ormai non c'era più niente da rilevare. Oltre al fatto che ormai non viene praticamente sanzionato più nulla (neanche agli abusivi), perchè un cittadino deve...

Festa riuscita? Ve la racconto io la festa: un Rave in via Garibaldi. Lettere

Gentile direttore, vorrei sapere perché tutti contribuiscono a portare avanti questa farsa degli eventi in sicurezza quando invece è solo un'attività di facciata. Situazione di questa notte: un esercito di agenti a controllare che i residenti si posizionassero diligentemente entro gli spazi...

“Si parla tanto di spopolamento di Venezia, ma la città perde meno abitanti di prima”. Lettere

In riposta alla lettera: "Le colpe dei veneziani e dei 'venezianassi' ". Vedo, purtroppo, che ancora una volta si punta il dito contro questo mostro delle locazioni turistiche senza mai vedere tutto l’insieme. Chiedo al prof. Mozzatto che faccia meglio i compiti prima...

Se un lavoratore ha l’Indennità di Disoccupazione e al tempo stesso lavora «in nero» cosa accade?

Al lavoratore che ha reso all'INPS o al Centro per l'Impiego la dichiarazione dello stato di disoccupazione può essere contestato il reato di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico (art. 483 c.p.) che prevede la sanzione della reclusione fino a due anni.

Anche la banca diventa bar: 50 ora i locali a Santa Margherita. Di Andreina Corso

Il problema Movida e i suoi affluenti, vien da dire ridendo amaro. Abbiamo ricevuto una bella lettera, lungimirante da Eric, cittadino canadese, che riportiamo qui sotto, per chi non l’avesse ancora letta. “Sono canadese e sono andato due volte in Venezia. Mi...

Dottoressa Maria Elena De Bellis sospesa per no al vaccino: 1500 assistiti devono cambiare medico

Dottoressa Maria Elena De Bellis, una professionista stimata alla quale i suoi 1500 assistiti si sono sempre affidati con fiducia. Sarà difficile per i suoi pazienti rinunciare a un rapporto solido e rassicurante, instaurato in un tempo di reciproco affidamento. Eppure quell’ambulatorio...

Lettera ai veneziani: Non vedete lo scempio in cui state riducendo la vostra città?

Accludo una fotografia emblematica del disastro che state combinando nella vostra città (Venezia, ndr). A un primo esame si potrebbe pensare che si tratta della foto di qualche bazar in Medio Oriente o un mercatino in centro America o Africa, invece corrisponde...

Santa Margherita (Venezia) e degrado: i residenti reagiscono

Degrado notturno in Campo santa Margherita: i residenti reagiscono. La pandemia l’aveva rimossa quella sgradevolezza di sapere e vedere un campo vivo, abitato dai residenti, amato per la sua solarità conviviale, trasformarsi nella notte in un deposito di rifiuti, di bottiglie e...