4.2 C
Venezia
domenica 05 Dicembre 2021

“Studenti con le gonne: i soliti per rappresentare un mondo alla rovescia”. Lettere

HomeScuola"Studenti con le gonne: i soliti per rappresentare un mondo alla rovescia". Lettere
la notizia dopo la pubblicità

Gli studenti maschi del liceo classico Zucchi di Monza hanno indossato la gonna durante le lezioni per protestare contro il sessimo.
A Parte il fatto che per rappresentare il sesso femminile avrebbero dovuto indossare dei maschilissimi jeans, il grottesco e ridicolo gesto autorizzato da un dirigente evidentemente compiacente con l’ideologia Lgbt, sottolinea che la scuola pubblica ha abdicato alla sua storica funzione educativa e l’ha soppiantata con pensieri e idealità mondane che nulla c’azzeccano con la crescita civica, morale, etica e spirituale dei giovani.

Una scuola orientata dai soliti che non paghi di aver partorito milioni di ebeti usciti malconci dal sessantotto, ha ripreso a rappresentare un mondo alla rovescia che esiste  unicamente nei sogni e nelle illusioni di chi non accetta l’idea di un Dio Padre creatore e generatore del genere maschile e femminile.

L’ uomo creatura che si sveglia al mattino e pensa di essere Dio, è simile a un pollo che si sveglia al mattino e si atteggia ad aquila.
Le botte della vita e l’impossibilità a raggiungere le gioie dell’anima mediante la mutazione dei corpi, dovrebbe indurre il delirante “uomo nuovo dio” ad evitare voli pindarici di cui le posticce ali di Icaro rappresentano egregiamente l’emblema della caduta, vale a dire, dalle stelle alle stalle e dal ddl Zan al ddl zac zac, morto e sepolto.

Gianni Toffali

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

redazione centrale
A cura della redazione centrale. Per inviare una segnalazione: [email protected]

5 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. …quello che ormai si può definire “vittimismo” femminile ha coinvolto pure i maschi?
    Il corteggiamento ormai è sessismo, l’invito ad un bacio è violenza, ma le femmine quando si separano da un miliardario vogliono tenersi la casa e fare la stesa bella vita solo perché l’hanno sposato (il giudice diceva che devono mantenere il “tenore di vita”, anziché dirle che erano delle parassite e ora il pane se lo devono guadagnare e la casa se la devono pagare…),
    e spesso pure nascondono i figli per dispetto (che sarebbero di tutti e due i coniugi!).
    Perché invece i “giovani uomini” delle scuole non si battono invece per la VERA parità di diritti /e doveri…!), ovvero: perché con “opzione donna” le donne possono andare in pensione prima degli uomini (anche senza aver fatto figli), nonostante non abbiano nemmeno fatto il servizio militare di leva come la vera parità imporrebbe?
    Perché quei giovani non fanno invece un ricorso alla Corte Costituzionale, dato che tale norma viola palesemente la “Carta” e discrimina gli uomini per il loro sesso facendoli lavorare più anni?
    Più che del femminismo di comodo (il mondo è fatto per i furbi…) che sta diventando una “moda”, ci si dovrebbe occupare della vera parità, non solo dei diritti, ma anche dei DOVERI.
    Qui in Italia ora sono gli uomini discriminati, derubati di soldi, casa e figli al primo pretesto per il divorzio, denunciati per violenza per un invito ad uscire o per un bacio…(cose che hanno sempre fanno parte del normale istinto di corteggiare e procreare)!
    Ovviamente altra cosa sono gli abusi, le violenze domestiche ecc., ma qui stiamo parlando altri eccessi…
    La parità che le donne vogliono è solo per i diritti, ma non per i doveri? Bella Furbata!
    Sarebbe ora che gli uomini “tirassero fuori un po’ gli attributi”, perché in Italia la situazione sta diventando opposta alle altre parti del mondo dove le donne sono davvero vittime!
    Come al solito, quando si dà un braccio, e si prendono tutta la mano (e pure due anni di pensione in più)…!
    C’è da meditare…

    • Bei tempi quando in Italia le donne stavano “al loro posto” eh? Finita la pacchia prof. In quest’epoca moderna puoi sempre consolarti commentando online sui quotidiani locali, da giovane queste perle di saggezza le potevi regalare solo ad amici e conoscenti

  2. “Ideologia Lgbt”, “idealità mondane”, “ddl zac zac”. Fratello Gianni, illuminati dalla sapienza della Costituzione Italiana, osiamo dire che la Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’essere umano, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua PERSONALITA’, e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di SOLIDARIETA’ politica, economica e sociale. Ti ricordi Gianni? Tutti i cittadini hanno pari DIGNITA’, è compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva PARTECIPAZIONE all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese. Gianni, tutte le confessioni religiose sono egualmente libere davanti alla legge. Su con la vita, Gianni, un ultimo sforzo.

  3. la sinistra ha distrutto lo stato sociale e non è minimamente intenzionata a difendere i lavoratori, i pensionati, i ragazzi dai tagli ai diritti dei lavoratori, tagli alla sanità, tagli alle scuole e trasporto pubblico. Per distrarre le masse la sinistra ha ripiegato sui diritti LGBT che tanto piacciono ai milionari, forse perché quest’ultimi non hanno il pensiero di arrivare alla fine del mese

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Aveva fermato la rapina in banca, guardia giurata condannata e deve risarcire il ladro

Lui una guardia giurata, Marco D. L'altro un rapinatore, Giorgio A., preso mentre fuggiva con il bottino dalla banca Unicredit di Cavallino Treporti che aveva appena assaltato con alcuni complici. Una storia che va avanti da 10 anni nei corridoi e nelle...

Mose solo da bloccare, progetto scollegato dalla elementare realtà lagunare

Mose; non solo un progetto da bloccare, ma una riflessione tecnica sulle responsabilità concettuali di una operazione sviluppata da un team di eminenti studiosi, totalmente scollegati dalla elementare realtà lagunare. A chi conosce il fango lagunare,i problemi legati alla corrosione galvanica, all'agressività...

Covid: oggi crescita lenta ma esponenziale. La nuova variante AY.4.2

La nuova variante del Covid "AY.4.2" isolata in Gran Bretagna pare meno aggressiva della "Delta" (ex "Indiana")

Sciopero Comparto Sanità il 30 contro ‘Obbligo Vaccinale’ e ‘Green Pass’

Sciopero dei lavoratori della sanità (pubblico e privato) proclamato da Fed. Autonoma Italiana Lavoratori Sanità (FAILS) e Cobas Nordest.

Controluce di Venezia. Foto di Iginio Gianeselli

Controluce. Splendido effetto, se ben usato, che marchia i toni chiaroscuri. Venezia, come sempre, si presta come splendida modella e lo scatto non può che essere affascinante. Grazie a Iginio per la foto. didascalia: Controluce di Venezia autore: Iginio Gianeselli invia una foto torna all'archivio delle foto

Viale San Marco, a Mestre, perde la sua storica pasticceria Corona

La Pasticceria Corona, di Raffaella e Fabio, fino ad oggi a Mestre, in Viale San Marco, si trasferisce a Fossalta di Piave.

Walter Onichini è in carcere, Zaia: “Mattarella conceda la grazia”

Caso Onichini: Zaia chiede la grazia per il macellaio che è in carcere per aver sparato al ladro. "Mi rivolgo al capo dello Stato e chiedo che venga concessa la grazia a Walter Onichini", sono state le parole del presidente della Regione...

“Alcune malattie non hanno cure dopo 40 anni, il vaccino lo hanno fatto in pochi mesi: è un miracolo”. Lettere

E' convinzione che i miracoli siano spettanza religiosa: falso! Nell'ultimo anno e mezzo è accaduto un miracolo "laico" che ha dell'incredibile. Dopo 40 anni di ricerca, nessun vaccino contro l'HIV; nessun vaccino perpetuo contro la banale influenza; nessun trattamento farmaceutico valido...

Il nostro giornale festeggia: oltre 10 milioni di pagine viste

"La Voce di Venezia" a luglio 2014 ha incredibilmente abbattuto il muro delle 10 milioni di pagine viste. Era ormai qualche anno fa: un pugno di ragazzi (in parte di Venezia) usciti dal corso di laurea di "Scienze della Comunicazione"...

Pensioni: cosa vuol dire Quota 102

Pensioni: sembra segnata la strada, e va verso Quota 102. Ma che cos'è "Quota 102" che va a interessare una platea di 50mila persone in 2 anni? Quota 102 (che arriverebbe al posto di Quota 100 che si esaurisce il 31 dicembre) dall'anno...

Fiabe gay per i bambini negli asili e nelle materne: il Comune compra libri contro omofobia

Arrivare ai bambini attraverso le favole per contrastare l’omofobia. Il Comune di Venezia ha dotato asili nido e scuole materne di quarantasei storie per bambini, regolarmente acquistate e distribuite in migliaia di volumi. E' un’iniziativa di Camilla Seibezzi, la delegata del...

Controluce di Venezia. Foto di Iginio Gianeselli

Controluce. Splendido effetto, se ben usato, che marchia i toni chiaroscuri. Venezia, come sempre, si presta come splendida modella e lo scatto non può che essere affascinante. Grazie a Iginio per la foto. didascalia: Controluce di Venezia autore: Iginio Gianeselli invia una foto torna all'archivio delle foto