Stazione di Padova, carabiniere viene accoltellato ed un tunisino è in fin di vita

201

carabinieri mestre notte

Tragico episodio quello accaduto mercoledì sera alla stazione dei treni di Padova. Un tunisino aveva minacciato tutti all’interno delle Cucine popolari e poi nella sala scommesse, vicine alla ferrovia, quand’ecco intervenire i Carabinieri. Nel tentativo di fermarlo, uno di essi è stato accoltellato ad un braccio, l’immigrato invece è caduto a terra riportando una grave frattura cranica.

Tutto è accaduto intorno alle 22, ma alcune segnalazioni circa un comportamento sospetto da parte del 42enne nordafricano M. B. J., si erano già avute prima.

È stata una delle suore delle Cucine popolari, adiacenti alla stazione, ad avvertire i militari che un uomo stava minacciando con un coltello gli altri ospiti della struttura. Chiamata analoga anche da parte del proprietario della vicina sala scommesse.

Una pattuglia del Nucleo Radiomobile di Padova è accorsa in piazzale Stazione, dove i militari hanno immediatamente individuato lo squilibrato. Il maresciallo è sceso dall’auto, ha tentato di avvicinarsi e il 42enne tunisino ha iniziato a scappare. Il carabiniere alla guida dell’auto l’ha rincorso sbarrandogli la strada, mentre l’altro a piedi lo inseguiva.

L’immigrato si è allora avventato con il coltello contro il maresciallo e l’ha ferito ad un braccio. Durante la colluttazione tra i due però, pare che lo straniero abbia perso l’equilibrio e sia caduto a terra, procurandosi una grave frattura cranica.

Il 42enne è stato portato all’Ospedale di Padova e poi all’Angelo di Mestre, dove è stato operato d’urgenza.

Alcuni connazionali hanno testimoniato di aver visto lo squilibrato ingerire un grosso quantitativo di alcol, che probabilmente gli ha alterato lo stato mentale. Per fare chiarezza sulla vicenda, ieri mattina sono giunti sul posto i militari del Ris di che hanno compiuto dei rilievi.

Redazione

[04/04/2014]

Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here