19.1 C
Venezia
martedì 03 Agosto 2021

Spedizione punitiva a San Donà: kosovari mandano in ospedale ragazzo

HomeCittà Metropolitana di VeneziaSpedizione punitiva a San Donà: kosovari mandano in ospedale ragazzo

ospedale san donà

Aggredito Sabato pomeriggio da una banda di coetanei kosovari con cui aveva lavorato lo scorso anno. Alla base una lite avuta perché A.S, 21enne afghano adottato e residente a San Donà di Piave, aveva difeso alcuni ragazzi di colore offesi sul posto di lavoro, facendo licenziare uno dei kosovari che li aveva presi in giro.

Per vendicarsi, il licenziato, aiutato da altri tre connazionali, sabato pomeriggio ha organizzato la ‘spedizione punitiva’: raggiunto il ragazzo, l’ha colpito con un pungo di ferro, mentre gli altri lo tenevano fermo.

Frattura ad uno zigomo e lesioni al setto nasale, queste le ferite riportate, e sono gravi i danni subiti da A.S., che ancora si trova ricoverato nel reparto di oculistica e otorino dell’Ospedale di San Donà di Piave. Il ragazzo è stato operato urgentemente ed ha rischiato di perdere la vista.

“Non li perdonerò mai per quello che mi hanno fatto. Mi hanno assalito in gruppo, potevano uccidermi e sono stati spietati.” Così ha espresso la sua rabbia A.S. , che da qualche anno assieme alla famiglia che l’ha preso con sé, si dedica ai più bisognosi e fa volontariato.

I Carabinieri di San Donà di Piave stanno indagando sulla terribile vicenda, che sebbene accaduta in pieno pomeriggio e in centro non ha finora visto nessun testimone che possa essere d’aiuto.

Alice Bianco

[27/01/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.