20.1 C
Venezia
mercoledì 04 Agosto 2021

Signora falsa invalida scoperta al Lido di Venezia, riscosse indebitamente indennità per mezzo milione di euro

HomeNotizie di oggi un anno faSignora falsa invalida scoperta al Lido di Venezia, riscosse indebitamente indennità per mezzo milione di euro

lido santa maria elisabetta vaporetti actv

A volte i titoli di giornale si leggono distrattamente e poi si dimenticano, ma la giustizia intanto continua il suo corso.

Tempo fa era emersa la notizia che una signora residente a Lido (Venezia) era stata scoperta come ‘falsa invalida’ dalle Fiamme Gialle ed era stata accusata di Truffa aggravata.
Un reato molto serio di cui la signora M.B. di 60 anni, che per decenni avrebbe
finto di essere completamente cieca, deve rispondere visto che non lo era affatto.

Il processo, richiesto dal pubblico ministero Paola Tonini, si svolgerà davanti al giudice monocratico di Mestre il prossimo 22 aprile.

L’Inps nel processo è parte lesa, e per mano dell’avvocato Aldo Taliente, si è già costituita parte civile.

La cifra complessiva truffata da risarcire ammonterebbe a mezzo milione di euro, cioè ad oltre 30 anni di indennità riscosse senza averne titolo, ma la signora, qualora riconosciuta colpevole, potrebbe essere ‘agevolata’ dall’avvenuta prescrizione per gli anni più vecchi, trovandosi a risarcire solo gli ultimi.

Ci si chiede ora come la signora abbia potuto da sola ingannare per così tanto tempo l’ Inps, controlli compresi, quindi l’indagine continuerà alla ricerca di eventuali complicità di altri soggetti.

Francesca Chiozzotto

Riproduzione Vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.