1.2 C
Venezia
martedì 07 Dicembre 2021

«Se paghi nascondo il tuo debito a Equitalia», dipendente dell’Agenzia delle Entrate di Padova arrestata

HomeNotizie Veneto«Se paghi nascondo il tuo debito a Equitalia», dipendente dell'Agenzia delle Entrate di Padova arrestata
la notizia dopo la pubblicità

finanza controlli silea

La donna, 61enne, dipendente dell’Agenzia delle Entrate di Padova, avrebbe promesso di bloccare (o quantomeno rallentare) il pagamento di cartelle esattoriali di Equitalia. In caso, avrebbe ‘salvato il malcapitato debitore da eventuali azioni penali promosse davanti a un giudice da parte dall’ente riscossore.

Il prezzo da pagare all’impegata infedele dell’Agenzia delle Entrate di Padova sarebbe stato di 16 mila euro. Sarebbero infatti i soldi che si è fatta consegnare in tre diverse tranches dai titolari di una ditta di cromatura dell’Alta Padovana che a Equitalia doveva circa 500 mila euro.

Ieri mattina per la 61enne è scattato l’arresto con l’accusa di concussione per induzione, al termine di un’indagine condotta dalla Guardia di finanza di Padova e coordinata dal sostituto procuratore Sergio Dini.

La dipendente pubblica è agli arresti domiciliari nella sua casa padovana.

La vicenda ha avuto inizio nel 2012, quando la donna era venuta a conoscenza delle difficoltà della ditta — con sede a Loreggia, sempre nella provincia di Padova — di saldare il debito nei confronti di Equitalia. E a quel punto l’impiegata dell’area «verificatori e riscossori» degli uffici padovani, avrebbe fatto arrivare ‘il messaggio’ attraverso la madre dei due fratelli contitolari della società di cromatura.

Le minacce psicologiche alla madre, preoccupandola, paventavano la prospettiva di «lasciare da soli nipoti piccoli», così sarebbero state pagate tre tangenti per un totale di 16 euro.

Dopo un po’ di tempo la donna sarebbe tornata alla carica con richieste di altro denaro sempre più pressanti, così gli interessati hanno deciso di denunciare tutto alla Guardia di finanza di Padova.

Ora le fiamme gialle devono scavare nel passato della donna, analizzando il suo computer e i conti correnti per il sospetto che il caso da cui è nata l’inchiesta non sia l’unico.

Redazione

[15/04/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Impiegati d’albergo: “Non siamo noi il male di Venezia, non dimenticateci”. Lettere

  "Anch'io voglio tornare a lavorare ma..." Breve racconto di una receptionist di un hotel di lusso   Ormai sono mesi che, con l'albergo chiuso, vivo solo "grazie" alle briciole della cassa integrazione. Voglio tuttavia ricordare a tutti che prima non era la terra promessa come...

Green Pass obbligatorio a Venezia a bordo dei mezzi Actv: ecco come e quando

Green Pass obbligatorio a Venezia a bordo dei mezzi di trasporto pubblico locale. La comunicazione arriva direttamente dall'Azienda che recepisce il DL del governo sul tema. E dato il rigore della disposizione non è certo il caso di prenderla alla leggera: la sanzione...

A Venezia turisti come prima della pandemia “Necessari trasporti adeguati”

"Venezia è ai livelli pre-pandemia di turisti: biglietterie, bus, pontili, vaporetti pieni, i lavoratori devono tornare a condizioni normali"

Marinaio ‘sprezzante’, alterco in motoscafo Actv

E' ormai un quarto alle 8 e alla fermata di San Pietro di Castello non si vede ancora all'orizzonte il motoscafo Actv con direzione Fondamente Nove, quello che porta i dipendenti dell'Ospedale Civile a lavorare (7,39 sul tabellone). "Passano altri cinque, dieci,...

Dramma sul campo di calcio nel sandonatese: 17enne sviene e non si sveglia più

Christian Bottan, 17 anni, è svenuto sul campo da gioco. Con il passare dei secondi il malore ha assunto una valenza sempre più drammatica.

Bella giornata a Venezia rovinata da una dimenticanza: 184 euro di multa Actv

Buongiorno, sono una studentessa 25enne in corso di laurea magistrale e vorrei raccontarVi quanto accadutomi stamane 02/04/2017, al ritorno dalla "So e Zo per i ponti" a Venezia. Premetto di aver passato una bellissima mattinata in compagnia del mio fratellino e di un...

Incontro cittadino sui plateatici: i tavolini di Venezia al posto originale il 31/12

A fine anno scadono le concessioni che hanno consentito di moltiplicare i plateatici a Venezia, lo ha garantito l'Assessore

Anche la banca diventa bar: 50 ora i locali a Santa Margherita. Di Andreina Corso

Il problema Movida e i suoi affluenti, vien da dire ridendo amaro. Abbiamo ricevuto una bella lettera, lungimirante da Eric, cittadino canadese, che riportiamo qui sotto, per chi non l’avesse ancora letta. “Sono canadese e sono andato due volte in Venezia. Mi...

A Venezia tutti stipati dentro i vaporetti, e l’intesa ancora non c’è

Venezia, il desiderio di visitarla. Venezia, la sua tenuta, Venezia e la strategia dei trasporti che tenta di dar risposta alle esigenze di spostamento a quanti, veneziani e turisti cercano di raggiungere un vaporetto o un motoscafo, facendosi largo a gomitate...

Si tuffa dal Ponte degli Scalzi in mezzo a barche e vaporetti, arrivano i vigili: diventa violento

Si tuffa dal Ponte degli Scalzi: un comportamento sconsiderato e incosciente che poteva finire in tragedia. Il fatto oggi, martedì mattina. L'uomo si getta nelle acque del Canal Grande dal Ponte degli Scalzi rischiando di schiantarsi sopra un mezzo di trasporto pubblico dell’Actv...

Covid: oggi crescita lenta ma esponenziale. La nuova variante AY.4.2

La nuova variante del Covid "AY.4.2" isolata in Gran Bretagna pare meno aggressiva della "Delta" (ex "Indiana")

Psoriasi, nuova cura: Secukinumab risulta efficace e può arrivare presto

Psoriasi, c'è una nuova cura: Secukinumab. Finalmente, dopo tante speranze e dopo tanti falsi miti, arriva una buona notizia su una patologia della pelle che riguarda 125 milioni di persone nel mondo. Psoriasi, c'è una nuova cura che promette molto bene e, soprattutto,...