27.3 C
Venezia
lunedì 02 Agosto 2021

Sciopero della Polizia in Veneto il primo ottobre se le cose non cambiano

HomeLettereSciopero della Polizia in Veneto il primo ottobre se le cose non cambiano

agenti polizia nuove divise

Ci saremmo aspettati un altro atteggiamento da parte di un Governo con a capo un nominato e non un eletto. Se il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha scelto Matteo Renzi per guidare il Paese, vuol dire che di meglio, in quel momento non c’era…. Quindi pretendiamo che il meglio abbia a cuore le forze dell’ordine e la sicurezza del nostro Stato.

Nessun ricatto, nessuna minaccia arriverà quindi dai sindacati di polizia e dall’UGL, perché noi stiamo solo chiedendo quello che ci spetta, ed è previsto, dopo anni di battaglie. Il governo sblocchi subito il tetto salariale, ritornando a pagare gli assegni di funzione (con gli arretrati???), gli scatti d’anzianità, gli avanzamenti di qualifica, non ci riferiamo ad un rinnovo del contratto, che forse non arriverà nemmeno nel 2015, ma che siano sbloccate tutte quelle retribuzioni dovute e sacrosante.

Se tutto questo non accadrà, in tutto il Veneto, il prossimo 1 ottobre, noi dell’UGL attueremo lo sciopero bianco azzerando le statistiche… garantendo ovviamente gli interventi di soccorso che per noi rimangono sempre e comunque una priorità per la sicurezza dei cittadini. Senza contare poi l’ipotesi della chiusura degli uffici di polizia, senza contare poi la riduzione di personale che non viene rimpiazzato costringendo all’aumento spropositato dei carichi di lavoro a quello restante, per non parlare poi anche delle indennità che vengono pagate con un anno e mezzo di ritardo benché il nostro ministero riceva i soldi dai vari enti, e mi riferisco al personale della Polizia Ferroviaria, Stradale e Postale.

I diritti dei poliziotti sono malamente gestiti, ricevono quanto dovuto con enorme ritardo causando gravi disagi, senza contare poi al taglio drastico dei fondi per le pulizie degli uffici che sono indecenti. E’ mai possibile che nemmeno le indennità riuscite a far pagare il mese dopo averle maturate grazie al lavoro reso?
Ma di cosa state parlando se non vi rendete nemmeno conto che delle vostre parole e delle vostre promesse ci siamo ormai stancati. Non vi crediamo più.

Dateci qualche segnale di cambiamento o qualcosa cambierà sicuramente magari proprio proclamando uno sciopero generale di tutte le forze dell’ordine che per la prima volta nella storia si fermeranno un giorno…pensate che bello, non ci saranno per un giorno gli uomini per le vostre scorte, non ci saranno gli autisti delle vostre auto blu, non ci saranno più i poliziotti per il “giocattolo” del ministro Alfano “Mare Nostrum”, un giocattolo che ci sta facendo ammalare tutti e che costa 2 miliardi di € all’anno.

Pensateci bene cari governanti, perché credeteci il vaso è colmo e la pazienza è finita. Caro premier, ci aspettiamo molto di più da Lei, considerata la sua giovane età, e da tutto il suo governo. Si ricordi noi non ricattiamo, non minacciamo, noi vogliamo solo avvertirla che il due ottobre, quando leggerà le statistiche del 1 ottobre, troverà un numero vicino allo zero…. Buon lavoro.

Il Segretario Generale Regionale
UGL Veneto Polizia di Stato
Mauro Armelao

08/09/2014

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.