8.4 C
Venezia
mercoledì 01 Dicembre 2021

Scandalo Mose, sindacati preoccupati per i lavoratori

HomeLettereScandalo Mose, sindacati preoccupati per i lavoratori
la notizia dopo la pubblicità

Scandalo Mose, sindacati

CGIL CISL UIL di Venezia hanno suonato l’adunanza in data odierna, con le Federazioni di Categoria che rappresentano i lavoratori occupati nei lavori del “sistema MOSE”, facendo proprie le preoccupazioni dell’insieme dei lavoratori per verificare le conseguenze e le possibili ricadute occupazionali e per una analisi più generale, viste le implicazioni dell’inchiesta in corso per il completamento dell’opera.

Premessa la riconferma della piena fiducia del Sindacato Confederale sull’indagine in corso da parte della Magistratura, volta ad accertare le responsabilità in ordine all’uso illegale dei fondi stanziati per la realizzazione del Mose e ad ogni altro eventuale abuso, CGIL CISL e UIL sottolineano l’urgenza che il Governo assuma ogni necessaria decisione per evitare che siano i lavoratori a pagare il conto più alto del costo della corruzione per garantire la continuazione dei lavori, e a mettere in sicurezza il patrimonio di professionalità e conoscenze formatesi nel percorso di studio, progettazione e realizzazione del sistema di opere, comprese quelle complementari, a difesa della Città e della laguna di Venezia.

Un impegno tanto più doveroso in considerazione del fatto che: Venezia non può attendere oltre la realizzazione di un’opera così importante, lo stato di avanzamento non consente ripensamenti sul progetto, i costi fin qui sostenuti non possono essere vanificati dall’interruzione dei lavori.

Non potendosi dimostrare, che soluzioni alternative possano fornire maggiori garanzie rispetto a quelle in avanzato stato di realizzazione, sarebbe quindi delittuoso fermare i lavori per avviare un nuovo ciclo di valutazioni su progetti alternativi.

Pur essendo del tutto evidente che quanto emerge dalle indagini e le dichiarazioni degli ex responsabili apicali del Consorzio hanno determinato un colpo decisivo sulla credibilità dello stesso, bisogna consentirgli, attraverso un sistema più efficace di controlli e di verifiche che possa continuare la sua funzione sino al completamento dei lavori.

E allo stesso tempo si pone la necessità di decidere al più presto quale sia il soggetto preposto a raccogliere e valorizzare il patrimonio di conoscenze accumulato e a gestire il funzionamento del sistema Mose, garantendo le risorse necessarie.

Per queste ragioni CGIL CISL UIL di Venezia rinnovano la richiesta di convocazione di un incontro con il Prefetto di Venezia, con l’obiettivo di attivare un tavolo di confronto che veda in primis la presenza del Governo oltre a tutte le parti interessate per la soluzione della vertenza MOSE, allo scopo di concordare le misure necessarie a tutela degli oltre 1000 lavoratori diretti, del completamento dei lavori e della valorizzazione futura del patrimonio di competenze tecnologiche e professionali formatosi nel percorso di progettazione e realizzazione della più impegnativa opera idraulica mai realizzata.

CGIL CISL UIL
Venezia
R. Montagner
L. Gottardello
B. Zacchei

[20/06/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Operatori sanitari non vaccinati in Veneto: sono oltre 2.000 ed ora rischiano

Rieccola la Commissione di valutazione che sempre apre la porta e l’ascolto alle ragioni (e ai torti) dei conflitti. Ritorna il problema di chi ancora non si è vaccinato, o non si può o vuole vaccinare, o ha paura, o ha bisogno...

Escort: quello che i veneziani vogliono. I racconti di Silvia, escort di Venezia

Chi sono i clienti delle escort a Venezia? Lo racconta una delle prime escort in classifica del sito di Escort Advisor, il primo sito di recensioni di escort in Europa. Silvia di Venezia, che esercita la professione nella città lagunare da...

“Venezia va rispettata, chiediamo ai veneziani il permesso per vederla”. Lettere

"Venezia va rispettata così come i veneziani...". Il senso di chiedere "permesso" segno implicito di rispetto quando si va in casa d'altri

Venezia? Città invivibile per tutti. Lettere

In risposta a: “L’esodo da Venezia c’è ma è voluto e alcune categorie sono privilegiate”. La città è invivibile per tutti. Molti anziani non possono più muoversi di casa poiché quasi tutti gli appartamenti a Venezia non sono dotati di ascensore, c’è il...

Vaporetti Actv Venezia: torna la Linea 2 fino a Lido

Actv implementa più corse: Linea 2 adesso arriva fino a Lido e ci sono corse supplementari 5.1 2 5.2.

“Venezia è tutta centro storico, ma vedo gente non residente a passeggio”. Lettere

Emergenza Covid: Ordinanza regionale 151: si può passeggiare solo "al di fuori delle strade, piazze del centro storico della città, delle località turistiche, e delle altre aree solitamente affollate". Venezia tutta centro storico, fatta di strade non certo rurali, è località turistica,...

Venezia e flussi turistici, Brugnaro: “Contributo d’accesso e prenotazione con app”.

A Venezia si ritorna a parlare di regolamentazione dei flussi turistici. Lo ha fatto oggi il sindaco Luigi Brugnaro, a proposito del "Contributo di accesso" (il ticket per Venezia). Una 'app', in soldoni, darà le chiavi per entrare sulla base dell'affluenza tipica in...

“Venezia va rispettata, chiediamo ai veneziani il permesso per vederla”. Lettere

"Venezia va rispettata così come i veneziani...". Il senso di chiedere "permesso" segno implicito di rispetto quando si va in casa d'altri

Il Comune contesta la cassettina per i libri gratis, Ticozzi: “Da premiare, non sanzionare”

Il Comune di Venezia contesta al bookcrossing l'occupazione di suolo pubblico. Ticozzi: "iniziativa da premiare non da sanzionare".

Sciopero Actv a Venezia: la gente “assalta” il motoscafo che fa finecorsa [video]

Qualcuno a bordo già lo sospettava: quel motoscafo era "anonimo", cioè senza cartello di linea. In più, ad ogni fermata precedente (Tre Archi, Madonna dell'Orto, ecc..), il marinaio ripeteva diligentemente "Solo Fondamente Nove", quindi assomigliava in tutto e per tutto ad...

Maestra veneziana in Terapia Intensiva. Era stata licenziata a Treviso perché “Il virus non esiste”

Sabrina P., maestra veneziana, è ricoverata in Terapia Intensiva all'Ospedale dell'Angelo di Mestre. Non vaccinata, no vax e negazionista della prima ora, era stata già sollevata da una scuola di Treviso in quanto continuava a ripetere ai bambini: "Il virus non...

Psoriasi, nuova cura: Secukinumab risulta efficace e può arrivare presto

Psoriasi, c'è una nuova cura: Secukinumab. Finalmente, dopo tante speranze e dopo tanti falsi miti, arriva una buona notizia su una patologia della pelle che riguarda 125 milioni di persone nel mondo. Psoriasi, c'è una nuova cura che promette molto bene e, soprattutto,...