19.1 C
Venezia
martedì 03 Agosto 2021

Sanità in Veneto, la commissione regionale boccia il bilancio della giunta

HomeNotizie VenetoSanità in Veneto, la commissione regionale boccia il bilancio della giunta

tagli sanità

Bocciato il bilancio e la finanziaria presentati dalla giunta regionale. A stabilirlo la commissione Sanità della Regione, per una situazione così non si creava da più di quarant’anni.

A dire no alle proposte presentate, Forza Italia, Ncd, Pd, Idv e Gruppo Misto; ad astenersi Udc, Sinistra ed Ecologia e la Lega Nord.

Leonardo Padrin, di Forza Italia ha scherzato dicendo: ‘’Abbiamo rimandato lo studente a settembre perché aveva delle lacune. È la prima volta che succede, ma un segnale andava dato perché in ballo ci sono oltre 180 milioni del fondo sanitario, che la manovra spartisce tra voci che di sanitario non hanno nulla.’’

61 infatti, i milioni destinati agli istituti scolastici per disabili, 15 per le pensioni degli emotrasfusi, 30 milioni per gli investimenti su residenze per anziani e 49 per i debiti dell’Arpav ed altre ancora. ‘’E dovremo iniziare a capitalizzare le risorse per finanziare la costruzione del nuovo ospedale di Padova’’ afferma Padrin.

I conti sono sempre più difficili da quadrare e dopo i fondi sborsati per far fronte ai dissesti idrogeologici provocati dal maltempo, la situazione è peggiorata.

Il vicepresidente della commissione Sanità, aspramente afferma: ‘’Nei capitali dei diversi assessorati ci sono gruzzoletti più che sufficienti per ripristinare il corretto finanziamento di ogni voce.’’

Roberto Ciambetti, Assessore regionale al Bilancio, ha così promesso che apporterà delle modifiche alle cifre, in vista della seduta della prossima settimana, in commissione. L’unico ad essere positivo sembra Federico Caner della Lega che conta su Ciambetti.

Alice Bianco

[19/02/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.