19.1 C
Venezia
martedì 03 Agosto 2021

Salva Venezia, il Consiglio dei Ministri è pronto a dire sì

HomeNotizie Venezia e MestreSalva Venezia, il Consiglio dei Ministri è pronto a dire sì

orsoni sindaco di Venezia

‘’Il ‘’Salva Venezia’’ potrebbe farsi’’, parola del sottosegretario Graziano Delrio. Questa l’unica informazione trapelata ieri dal sindaco Giorgio Orsoni, dopo un colloquio con l’ex sindaco di Reggio Emilia a Palazzo Chigi.

Oggi stesso infatti, il Consiglio dei Ministri potrebbe dare il via libera ad un decreto d’urgenza, che oltre al ‘’Salva Venezia’’, include anche il ‘’Salva Roma’’ ed altri emendamenti appositi per gli enti locali.

Nel corso della prossima settimana, 9 milioni di euro quindi, potrebbero già essere sbloccati. Essi consentirebbero di pagare gli straordinari degli stipendi di circa 3 mila dipendenti comunali.

Orsoni ieri ha voluto precisare ancora una volta che le colpe non sono tutte attribuibili ad una mala amministrazione: ‘’E’ chiaro che il calcolo del Patto (di Stabilità ndr) viene fatto considerando come entrate anche i contributi della Legge Speciale, che non vediamo più da anni. Per rispettare il Patto avremmo dovuto vendere ancora, aumentare le tariffe o ridurre i servizi, abbiamo preferito non farlo’’.

Il neo premier Renzi, in visita a Treviso, aveva annunciato che da ex sindaco può capire benissimo le esigenze e i problemi riscontrati nei Comuni, assicurando che il Patto di Stabilità verrà cambiato.

Venezia nel frattempo è in attesa che le sanzioni date per lo sforamento del Patto vengano annullate e che il Comune possa ritornare alla normalità, assumendo nuovi dipendenti e pagando gli stipendi di quelli già assunti.

Alice Bianco

[28/02/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.