martedì 25 Gennaio 2022
7.8 C
Venezia

RUBANO I FIORI DALLE TOMBE | Il business dei fiori rivenduti

HomeCittà Metropolitana di VeneziaRUBANO I FIORI DALLE TOMBE | Il business dei fiori rivenduti

PORDENONE | Non aver rispetto nemmeno dei defunti. Al punto di far diventare la loro ricorrenza un occasione per fare del business illecito. Proprio così, a Pordenone ci sono dei ladri che rubano i fiori dalle tombe dei cimiteri per poi rivenderli, soprattutto in questi giorni in cui ricorre la celebrazione della festa dei morti e di ognissanti. E le proteste sono state così numerose che anche il comando della polizia municipale si è messo in moto. E siccome le segnalazioni non arrivano dauna sola struttura ma da tutti i cimiteri cittadini, vien da pensare che si tratti addirittura di una vera e propria organizzazione criminale.

Purtroppo, nessuna prova certa ma solo delle ipotesi, oltre alle segnalazioni dei cittadini che affermano di portare i fiori freschi sulle tombe dei propri cari e che già  la mattina dopo, non ci sarebbero più. Spariti. Da qui, la volontà  del comandante Arrigo Buranel di porre fine a questa infamia. E sembra che già  alcuni ambulanti abusivi che vendevano fiori fuori dai cimiteri urbani sarebbero già  stati segnalati e allontanati. Ma da questo ad acciuffare i veri responsabili dei continui furti sulle tombe, ce ne passa purtroppo.

Così, soprattutto in questi giorni di ricorrenze, tutti i servizi di vigilanza sono stati potenziati e se fino a ieri davanti ai cimiteri di Pordenone si potevano vedere un paio di pattuglie, oggi, se ne potevano vedere quattro, oltre a dei presidi fissi di poliziotti municipali. Tutte le eventuali segnalazioni potevano esser fatte direttamente agli agenti che vigilavano sui cimiteri.
E ancora, l'appostamento delle telecamere di sorveglianza nei parcheggi dei cimiteri, perché anche i furti nelle auto, con la grande affluenza di persone oggi, non erano da escludere.

Francesca Chiozzotto
[[email protected]]

Riproduzione Vietata
[02/11/2012]


titolo: RUBANO I FIORI DALLE TOMBE | Il business dei fiori rivenduti
foto: CIMITERO (REPERTORIO)


Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Escort: quello che i veneziani vogliono. I racconti di Silvia, escort di Venezia

Chi sono i clienti delle escort a Venezia? Lo racconta una delle prime escort in classifica del sito di Escort Advisor, il primo sito di recensioni di escort in Europa. Silvia di Venezia, che esercita la professione nella città lagunare da...

Venezia conserva l’ultimo “Mussin”, l’imbarcazione settecentesca che apriva la Regata Storica

Venezia: nascosta in uno squero, al sicuro, coperta da un telo che la protegge dalle intemperie e dal passare del tempo. Sola, con se stessa, memore degli splendori del suo passato e lontana dagli sguardi indiscreti di chi potrebbe restare deluso...

Dottoressa Maria Elena De Bellis sospesa per no al vaccino: 1500 assistiti devono cambiare medico

Dottoressa Maria Elena De Bellis, una professionista stimata alla quale i suoi 1500 assistiti si sono sempre affidati con fiducia. Sarà difficile per i suoi pazienti rinunciare a un rapporto solido e rassicurante, instaurato in un tempo di reciproco affidamento. Eppure quell’ambulatorio...

Mose solo da bloccare, progetto scollegato dalla elementare realtà lagunare

Mose; non solo un progetto da bloccare, ma una riflessione tecnica sulle responsabilità concettuali di una operazione sviluppata da un team di eminenti studiosi, totalmente scollegati dalla elementare realtà lagunare. A chi conosce il fango lagunare,i problemi legati alla corrosione galvanica, all'agressività...

Giardinetti Reali di Venezia: eliminate due balaustre per dar spazio ai trasporti turistici. Lettere

"Recinzione Napoleonica ripristinata a San Marco dopo 14 anni di battaglie e un esposto del Prof. Mozzatto, ma subito rimossi ben due tratti della storica balaustra per fare dei pontili turistici: continua lo scempio a Venezia per dal posto alle attività...

“Alcune malattie non hanno cure dopo 40 anni, il vaccino lo hanno fatto in pochi mesi: è un miracolo”. Lettere

E' convinzione che i miracoli siano spettanza religiosa: falso! Nell'ultimo anno e mezzo è accaduto un miracolo "laico" che ha dell'incredibile. Dopo 40 anni di ricerca, nessun vaccino contro l'HIV; nessun vaccino perpetuo contro la banale influenza; nessun trattamento farmaceutico valido...

Caro capitano Actv ti ringrazio. Lettere al giornale

Caro capitano Actv ti ringrazio. Sono quello che aspettava la corsa del 4.1 al pontile dei Giardini ieri, venerdì mattina alle 7.27. Non è colpa mia se sono una persona anziana. Ho lavorato tutta una vita e adesso ho bisogno di usufruire dei...

L’autopsia dovrà chiarire perché è morto a 31 anni: non si è più svegliato dopo il vaccino

Mattia Brugnerotto è morto il giorno dopo l'iniezione. Si era sottoposto a dose unica del vaccino, andato a letto non si è più risvegliato.

Dal 2022 per venire a Venezia si dovrà prenotare

Venezia e overtourism: nel 2022 Venezia potrebbe essere a numero chiuso con tanto di tornelli. Dall'estate 2022 per entrare a Venezia servirà prenotare secondo il progetto. Dopo i rinvii legati anche al Covid, il Comune ha stabilito che il prossimo anno vedrà...

Donne sputano la comunione, altre sputano sul Cristo. Nelle chiese si moltiplicano le profanazioni

Oltraggi e profanazioni nelle chiese veneziane pare siano molto più frequenti di quanto si immagini. Altri episodi che, seppur meno gravi, testimoniano della situazione che si vive nelle chiese del centro storico veneziano, affollate da fedeli ma anche da turisti.

Situazione Actv/Avm Venezia: Brugnaro convoca i sindacati

Nonostante a Venezia i flussi turistici siano ripresi, nei primi dieci mesi del 2021 situazione ricavi peggiore di quanto si prevedeva

L’autopsia dovrà chiarire perché è morto a 31 anni: non si è più svegliato dopo il vaccino

Mattia Brugnerotto è morto il giorno dopo l'iniezione. Si era sottoposto a dose unica del vaccino, andato a letto non si è più risvegliato.