COMMENTA QUESTO FATTO
 

Biblioteca

Chiusa la biblioteca dell’Accademia dei Concordi. Da lunedì 7 luglio infatti, la storica casa dei libri di Rovigo, chiuderà i battenti. Perché? Sembrerebbe per i troppi debiti e il Comune sembra non rispettarne il contratto.

Con essa, ha stabilito il Consiglio direttivo dell’Accademia, chiuderanno anche la Sala studio e quella riservata alla lettura dei quotidiani e mentre il personale si prenderà delle lunghe ferie, l’amministrazione comunale dovrà pensare a saldare i debiti (i contributi che non ha elargito).

Si tratterebbe infatti di un mancato rispetto degli impegni economici, che ammonta a circa 370mila euro. Il Cda dell’Accademia aveva prima provato con l’arbitrato, procedura standard in cause di questo tipo, ma al rifiuto della proposta da parte del Comune, è iniziata un’azione giudiziaria per il recupero di questo credito.

Se terminate le ferie forzate la situazione non sarà cambiata, comunica lo stesso Consiglio d’Amministrazione dell’Accademia, ‘’il personale stesso permanendo da parte del Comune l’assenza di assegnazione alla Accademia di detto importo, per causa di forza maggiore ed in assenza di qualsiasi alternativa sarà collocato in procedura di prelicenziamento’’.

Si discuterà del caso in seduta comune giovedì 10 luglio, alla quale sono stati invitati il sindaco Bruno Piva, l’Assessore alla cultura, Anna Paola Nezzo, il presidente del consiglio comunale, Paolo Avezzù e il presidente della Commissione cultura del Comune, Nicola Settini ed ovviamente le parti dell’Accademia, il presidente Enrico Zerbinati ed il segretario Virgilio Santato.

Redazione

[04/07/2014]

 
ASSOCIAZIONE LA VOCE DI VENEZIA 5X1000
 

Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

 

2 persone hanno commentato questa notizia

  1. Devo, purtroppo, condividere il commento di chi mi ha preceduto. Sembra impossibile che un’Istituzione come l’Accademia dei Concordi debba chiudere perché il Comune non fa fronte ai suoi impegni economici. Tale Istituzione è il simbolo della Cultura nella nostra Città, generazioni di studenti, io compreso, hanno utilizzato l’immenso patrimonio letterario dell’Accademia nel corso degli anni. Se ad un paese togli la cultura, gli togli tutto, anche la speranza.

  2. Che tristezza questa amministrazione comunale, la peggiore da quando ne ho memoria (ho 54 anni).
    Rovigo, da piccola e vivibile città è passata ad essere la peggiore che io abbia conosciuto nei miei 30 anni di girovagare per l’italia da nord a sud da ovest ad est.
    Una volta mi sentivo orgoglioso di abitare nella piccola Rovigo ora quando dichiaro la mia provenienza mi limito a dire sono Veneto.

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here