COMMENTA QUESTO FATTO
 

strada romea controllo velocita

Tutti dicono no alla Romea commerciale. I sindaci della Riviera del Brenta, durante un consiglio straordinario tenutosi ieri a Mira, hanno convenuto che il piano di una variante per l’innesto della Nuova Romea sull’autostrada A4, proposto alcuni giorni fa dai leghisti in commissione provinciale, non si debba fare.

Mattia Donadel, capogruppo degli ambientalisti ‘’Opzione Zero’’ e leader in consiglio comunale della lista civica ‘’Mira fuori dal Comune’’ ha presentato una propria proposta, appoggiata dai Cinque Stelle, per chiedere al Governo, alla Regione e all’Anas di ritirare il progetto e di aprire un dialogo con gli enti locali e le forze sociali, affinché insieme possano trovare delle alternative valide.

È stato chiesto inoltre, che venga ripresa in esame la messa in sicurezza della statale 309 (Romea), mentre per quanto riguarda l’idea avanzata dai leghisti alcune settimane fa, nessun commento (deviare l’innesto a Oriago).

I primi cittadini di Camponogara, Campagna Lupia, Dolo, Codevigo, Mirano e Spinea, uniti in un fronte compatto, proprio contro il progetto della Lega Nord. I sindaci di Campagna Lupia e Camponogara, in particolar modo sostengono che sia ‘’un’opera che devasta il territorio. Si deve fermare a Codevigo, con collegamento a Chioggia e A13 e un raddoppio dell’attuale Romea’’.

Decisa a non far passare nessuno, anche il sindaco di Dolo, Maria Maddalena Gottardo. I paesi di Mirano e Spinea non hanno mai partecipato a questi incontri, ma si sentono presi in causa essendo già attraversati dal Passante e non desiderosi di ‘’subire’’ la costruzione dell’ennesima opera stradale.

Sta di fatto però, che il progetto, già approvato in fase preliminare dal Cipe (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) e inserito in una legge obiettivo, che stabilisce procedure e modalità di finanziamento per la realizzazione delle grandi infrastrutture strategiche in Italia, difficilmente potrà essere ritirato.

Alice Bianco

[20/02/2014]

Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here