COMMENTA QUESTO FATTO
 

Da S. Dona' e' partita l'idea della raccolta firme (60) per i disservizi che questo treno n. 5802 ha portato per piu' di un mese sulla tratta ferroviaria Portogruaro-Venezia.Era una protesta dei macchinisti “da Portogruaro” per motivi di assestamento/cargo,ecc. Tale protesta era anche a livello Nazionale/Centrale.
Nessun utente pero' era a conoscenza di questi ritardi.

Di riflesso chi ne ha patito di quei 10/15' di ritardo sono stati i pendolari provenienti da Portogruaro, S. Dona', Meolo, Quarto d'Altino, Gaggio Porta Est, che ogni giorno si servono di questa corsa per recarsi a Venezia.

Sembra che questa protesta sia finita, lo si nota dalla puntualita' che da alcuni giorni e' in essere. Speriamo sia finita.
Da annoverare che alcuni anni fa questa corsa da Quarto era verso le 5,45 (ideale) , per poi arrivare all'attuale 5,53 (che non va bene).

Questa corsa serve a molti pendolari specialmente a turnisti che operano in vari settori, tra cui Sanita', Case di riposo, Penitenziari, vetrai-Murano, ecc.
L'orario dei cambi turni o inizi turni sono alle 7,00 per i pendolari turnisti.
Esempio: partendo da Quarto alle 5,53 “in orario” si arriva quasi alle 7 nei posti di lavoro a Venezia. Dunque i turnisti notturni che terminano alle 7 gradirebbero il cambio un po' prima, perche' anche questi devono a loro volta prendere altri mezzi di trasporto per recarsi in terraferma.

Venezia, centro storico e isole e' basata su una grossa percentuale di lavoratori pendolari: da Chioggia, Mestre e periferia, Portogruaro,ecc.
Se gli orari venissero fatti sentendo le esigenze dei pendolari forse alcune lamentele non ci sarebbero annualmente.

Distinti saluti.
Luciano Ferro
Ref.Pendolari
cell:3395414725

[16 gennaio 2011]

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here