Provvedimento Renzi: aumenti ai dipendenti, come funziona?

ultimo aggiornamento: 14/03/2014 ore 21:04

99

milioni di euro

Una boccata di ossigeno ai redditi più bassi. Gli sgravi sul lavoro annunciati da Matteo Renzi saranno infatti appannaggio esclusivamente dei meno abbienti.
In funzione di quanto trapelato finora si possono fare già alcune proiezioni: innanzitutto va detto che a beneficiare dell’operazione saranno solo i contribuenti che dichiarano fino a 25 mila euro di reddito lordo annuo.

Chi oggi guadagna di più non avrà alcun miglioramento, e questa è la prima differenza sostanziale della ‘cura Renzi’: nel passato gli interventi, ultimo quello varato per il 2014 dal governo di Enrico Letta, avevano interessato anche i redditi superiori a 25 mila euro, e tutti presentavano variazioni in percentuale, con una soglia massima di 55 mila euro lordi annui.

Lo strumento del nuovo intervento di Matteo Renzi sarà la detrazione Irpef per i redditi da lavoro dipendente, che si applica in cifra fissa sui redditi più bassi, ed in proporzione sugli altri, e che sarà rafforzata. La detrazione fissa, sui primi 8 mila euro di reddito, appena portata dal governo Letta a 1.880 euro, potrebbe aumentare ora di parecchio, anche più del doppio.

Ed ecco che arriviamo all’obiettivo di Matteo Renzi, così come annunciato, che è quello di concedere uno sgravio fiscale che arrivi a mille euro netti annui per i contribuenti nella fascia di reddito compresa tra 15 e 20 mila euro.

Sarà proprio in questa fascia di lavoratori che si concentrerà l’effetto maggiore del bonus. La detrazione verrebbe distribuita in busta paga tale per cui viene ad apparire come una specie di aumento.

In media l’effetto sarà circa di 80 euro netti al mese, e nelle intenzioni del governo dovrà essere evidenziato nello statino da un’apposita voce.

Altro discorso pare essere per pensionati, incapienti e la maggior parte dei lavoratori autonomi. Per questi ultimi si entra nel campo della riduzione dell’Irap che scatterà dal primo maggio.

Paolo Pradolin

[14/03/2014]

Riproduzione Riservata.

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here