0.2 C
Venezia
martedì 30 Novembre 2021

Provincia di Venezia, approvato schema bilancio di previsione: debito ridotto di 48 milioni in cinque anni

HomeCittà Metropolitana di VeneziaProvincia di Venezia, approvato schema bilancio di previsione: debito ridotto di 48 milioni in cinque anni
la notizia dopo la pubblicità

presidente zaccariotto inaugura nuova ala liceo foscarini

La giunta provinciale Zaccariotto su proposta dell’assessore al Bilancio Elisa Vigolo ha approvato lo schema di bilancio di previsione 2014-2016 e del Dup, Documento unico di programmazione.

Dall’analisi del quadro generale complessivo delle risorse, è emerso che il totale delle entrate e delle spese si assesta, al netto delle partite di giro e della spesa per eventuali anticipazioni di cassa, a 132 milioni 928 mila e 498,71 euro. La spesa è articolata in 5 voci: spesa corrente 105,5 milioni di euro, spesa di investimento 9 milioni, spesa acquisto partecipazioni 3,6 milioni, spesa per rimborso quote mutui 5,3 milioni e spesa per estinzione anticipata mutui 9,3 milioni di euro.

Circa il patto di stabilità, l’obiettivo da raggiungere è pari a + 11,9 milioni di euro, molto inferiore al saldo obiettivo originario, e pari a circa 20 milioni di euro, in considerazione dell’ottenimento di vari spazi finanziari grazie alla sperimentazione della nuova contabilità (3,6 milioni), del patto verticale regionale (3,1 milioni) e della riduzione saldi per tutte le Province (2,1 milioni).

Per il 2014 sono previsti investimenti pari ad euro 9 milioni 068 mila e 500, di cui per la viabilità euro 4,9 milioni, per l’edilizia scolastica 3,080 milioni, per edilizia patrimoniale 290 mila euro.

La presidente Francesca Zaccariotto ha dichiarato: «Ancora una volta siamo riusciti a garantire gli equilibri di bilancio, pur in presenza di una drastica riduzione delle risorse finanziarie trasferite dall’erario, – 17,5 milioni negli ultimi due anni. Questo grazie alla nostra politica di costante razionalizzazione delle spese di funzionamento, di risanamento e riorganizzazione delle società partecipate, e di riduzione del debito residuo, passato dai 116 milioni del 2009 a soli 68 milioni del 2013, con una riduzione anche degli interessi passivi di circa 3,5 milioni di euro».

«Si tratta di risorse preziose che abbiamo utilizzato per completare il piano delle opere viabilistiche, e per proseguire lungo il percorso di messa in sicurezza degli edifici scolastici provinciali. Rispetto a quanto altri enti provinciali riescono oggi ad investire, cifre davvero minime che si aggirano intorno ai 250 mila euro, noi, senza alcuna presunzione, riusciamo ancora a fare investimenti per oltre 9 milioni di euro. E allora ci rattrista ancora di più che un ente come il nostro, sano e operativo, venga messo in ginocchio da decisioni del governo centrale che non hanno fatto tesoro di alcuna esperienza positiva condotta a livello locale. Mi preoccupa il fatto che con questo bilancio, e le risorse disponibili, avremmo potuto fare ancora tanto per il nostro territorio, che avrebbe potuto continuare a beneficiare della serietà di scelte amministrative fin qui adottate sia dalla Giunta, sia dai tecnici della Provincia che hanno ben consigliato e supportato il corpo politico. Con queste premesse, e nel clima generale di confusione e di incertezza, oltre che di non fiducia dichiarata dalla stessa Regione verso la nuova città metropolitana, non viviamo certo con entusiasmo questo delicato passaggio di testimone, che – lo ripeto – non può essere una semplice dichiarazione d’intenti, una medaglia apposta sulla giacca, ma frutto di un lavoro profondo e condiviso, finalizzato al miglioramento, non alla cancellazione dei risultati positivi raggiunti» ha concluso la presidente Zaccariotto.

Redazione

[16/04/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

No Vax in strada a Verona, c’è anche il prete: “Draghi e Brunetta, andrete all’inferno”

No Vax e proteste a Verona: in mille in corteo tra cui anche un sacerdote no vax. Si è svolto infatti oggi l'ennesimo pomeriggio di protesta da parte degli schieramenti No Green Pass - No Vax a Verona, dove si sono...

Viale San Marco, a Mestre, perde la sua storica pasticceria Corona

La Pasticceria Corona, di Raffaella e Fabio, fino ad oggi a Mestre, in Viale San Marco, si trasferisce a Fossalta di Piave.

Assessore alla Sicurezza spara durante una lite: morto marocchino

Massimo Adriatici, avvocato, assessore alla sicurezza del Comune di Voghera (Pavia), è l'uomo che ha sparato il colpo di pistola che ieri sera, poco dopo le 22, ha ucciso un uomo di 39 anni di nazionalità marocchina. Il fatto è accaduto...

Rapina in villa sul Terraglio pistole in pugno, minacciata bambina

Rapina odiosa a Mogliano, domenica sera. Sono circa le 19 e 30, quando quattro malviventi con passamontagna in faccia, irrompono nella villa sul Terraglio con le pistole in mano. Immobilizzano il proprietario, il petroliere Giancarlo Miotto di 79 anni, la moglie, e non...

Turisti riducono Piazza San Marco pizzeria a cielo aperto: da oggi non pagherò più le tasse

Il prof. Tamborini denuncia che la Polizia Municipale è intervenuta solo dopo molte insistenze e quando ormai non c'era più niente da rilevare. Oltre al fatto che ormai non viene praticamente sanzionato più nulla (neanche agli abusivi), perchè un cittadino deve...

Anche la banca diventa bar: 50 ora i locali a Santa Margherita. Di Andreina Corso

Il problema Movida e i suoi affluenti, vien da dire ridendo amaro. Abbiamo ricevuto una bella lettera, lungimirante da Eric, cittadino canadese, che riportiamo qui sotto, per chi non l’avesse ancora letta. “Sono canadese e sono andato due volte in Venezia. Mi...

Separazione Venezia – Mestre, che cosa ne pensate? Sondaggio in tre clic

Separazione Venezia - Mestre sì o no? Referendum sì, referendum no. Importanti autorità cittadine affermano che il momento storico della città lo vede necessario ed ora è opportuno. Il sindaco, Luigi Brugnaro, invita, invece, a non andare a votare per 'invalidarlo'...

Due Coca-Cola (per fare pipì) a Venezia? 8 euro (al banco). Lettere

Gentile cronista, premetto che sono di Treviso, non sono di provenienza "locale" e forse questo conta ancora nella vostra città. Lunedì 25 ottobre, mi trovavo con mia figlia, in gita a Venezia con altre famiglie e compagne di mia figlia. Visitando la vostra magica...

Il Natale che verrà: con nuovo picco di contagi priorità a salute o economia?

Caro amico ti scrivo. Tra poco sarà periodo pre-natalizio: con i numeri in continua salita priorità all'economia o ad eventuali prescrizioni?

Malore fatale: a Cà savio morto 41enne

Un altro malore fatale. La sventura colpisce di nuovo a Cà Savio. Vittorio Gersich, 41 anni, del posto, è morto venerdì sera forse a causa di un attacco di cuore improvviso. Il 41enne si è accasciato per strada, poco distante dalla sua...

No Vax in strada a Verona, c’è anche il prete: “Draghi e Brunetta, andrete all’inferno”

No Vax e proteste a Verona: in mille in corteo tra cui anche un sacerdote no vax. Si è svolto infatti oggi l'ennesimo pomeriggio di protesta da parte degli schieramenti No Green Pass - No Vax a Verona, dove si sono...

“Mi sono trovata visitatori alle spalle in casa mia! Io grido e loro: ‘Ma non è tutto Biennale?’ “

L'articolo che avete pubblicato ieri sui turisti per la Biennale alla Celestia contiene un grande fondo di verità. Dopo averlo letto mi sono decisa a scrivervi per raccontarvi un fatto che mi è appena accaduto. Abito in una laterale di via Garibaldi,...