20.1 C
Venezia
mercoledì 04 Agosto 2021

Provincia di Padova, i ladri inseguiti dai Carabinieri si difendono con gli attrezzi rubati

HomeNotizie VenetoProvincia di Padova, i ladri inseguiti dai Carabinieri si difendono con gli attrezzi rubati

carabinieri inseguimento notte

Si sono difesi con ciò che avevano sotto mano, cioè la refurtiva. Così due ladri, nella notte fra lunedì e martedì, inseguiti dai Carabinieri, hanno tentato di scappare e di opporsi alla resistenza dei militari.

Martelli, cacciaviti, trapani e motosega e chi più ne ha più ne metta, questi gli arnesi lanciati dai due furfanti rumeni, I. C. e C. C. rispettivamente di 22 e 19 anni, per cercare di tenere a debita distanza i Carabinieri di Cittadella, Tombolo e Piazzola sul Brenta, che li inseguivano.

Quando a Villa del Conte (Pd) i militari hanno notato una Opel Astra sospetta con dei soggetti all’interno, hanno iniziato ad inseguirla, sono così giunti a Curtarolo (Pd) ed hanno visto uscire dalla vettura uno dei due. Il malvivente ha fatto irruzione in un’abitazione, rubando dal garage alcuni attrezzi da lavoro.

Il complice si è allontanato ed è poi ritornato a riprenderlo. I Carabinieri li hanno bloccati, ma intimato l’alt, il ladro alla guida è partito a gran carica, mentre il complice ha iniziato a lanciare in direzione dei militari, gli oggetti appena prelevati dalla casa.

Nel frattempo sono intervenute anche alcune pattuglie del Nucleo Operativo della Radiomobile di Tombolo e Piazzola sul Brenta, ed è proprio a Piazzola che si è interrotto l’inseguimento, quando l’auto è andata a schiantarsi contro il cancello di un’abitazione.

I malviventi hanno tentato di fuggire, ma sono stati fermati dai Carabinieri. Uno di loro, opponendosi ai militari è rimasto ferito e poi medicato al Pronto Soccorso. Stamane entrambi saranno giudicati per direttissima e sono già in possesso di accuse per porto abusivo d’arma ed oggetti atti ad offendere.

Alice Bianco

[12/03/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.