2.8 C
Venezia
martedì 30 Novembre 2021

Presentato ‘Idro’, studio completo dei sistemi idrogeologici della Provincia di Venezia

HomeCittà Metropolitana di VeneziaPresentato 'Idro', studio completo dei sistemi idrogeologici della Provincia di Venezia
la notizia dopo la pubblicità

presentazione Idro provincia

Venerdì 18 ottobre in auditorio della Provincia a Mestre la presidente Francesca Zaccariotto e l’assessore alla Difesa del suolo Paolo Dalla Vecchia hanno aperto i lavori del convegno “I sistemi idrogeologici della Provincia di Venezia” organizzato dalla Provincia in collaborazione con l’università di Padova.

Scopo dell’iniziativa è stato la presentazione del progetto “Idro” e la nuova pubblicazione realizzata dalla Provincia di Venezia che presenta lo studio idrogeologico completo del territorio, e integra le conoscenze acquisite negli anni dalla stessa Provincia. Hanno portato i saluti anche Cristina Stefani direttore dipartimento geoscienze dell’Università di Padova, Mariano Carraro segretario per l’ambiente della Regione Veneto, Paolo Spagna presidente dell’Ordine dei geologi del Veneto. Lo studio è stato illustrato da Massimo Gattolin e Valentina Bassan, rispettivamente dirigente e funzionario alla difesa del suolo e geologia della Provincia di Venezia, che ha coordinato il lavoro, dai geologi Enrico Fagarazzi, Sandra Primon, Andrea Mazzuccato, Chiara Zogno, Pietro Zangheri, e da Paolo Fabbri professore al dipartimento di geoscienze dell’Università di Padova.

L’assessore Paolo Dalla Vecchia ha dichiarato: «“Idro” costituisce uno strumento fondamentale per una corretta progettazione in termini ambientali e di valutazione costi/benefici, utile per enti pubblici, aziende private e professionisti che si trovano a progettare interventi sul territorio provinciale. Negli ultimi anni questo tema ha assunto un’evidenza sempre maggiore. Si sono infatti moltiplicati i progetti e le proposte che interferiscono con il sottosuolo. Alcuni esempi sono la proposta del tunnel autostradale sotto la tangenziale di Mestre, la sublunare, il Tav, il treno ad alta velocità ferroviaria, fino ai sempre più numerosi parcheggi sotterranei. L’intero lavoro svolto si è avvalso di metodologie scientifiche, anche innovative, sviluppate da noi in stretta collaborazione con il dipartimento di geoscienze dell’Università di Padova, che colgo l’occasione per ringraziare pubblicamente».

La presidente Francesca Zaccariotto conferma: «Con grande soddisfazione e orgoglio consegniamo oggi una pubblicazione destinata a divenire da subito strumento operativo e di lavoro utile e completo sia per gli enti locali – dalla Regione alla stessa Provincia ai comuni del territorio, sia per gli ordini professionali responsabili nei settori dell’urbanistica dell’edilizia dell’ingegneria della pianificazione territoriale dell’ambiente come supporto alle decisioni strategiche. Chiunque abbia a cuore il territorio e debba progettare un’opera, un’infrastruttura e intervenga sul suolo, non può ignorare ciò che avviene sotto la superficie e come è fatto questo sottosuolo. Abbiamo considerato i cosiddetti “acquiferi superficiali”, ovvero le risorse idriche predenti nei primi 20-30 metri di profondità. La pubblicazione raccoglie un data base completo e costantemente aggiornato. Quest’amministrazione ha portato a termine un lavoro durato quattro anni, con raccolta di dati, studi e redazione di tavole fruibili anche dai non esperti; va riconosciuto tuttavia che è da quasi un trentennio che l’ente provinciale si adopera per la conoscenza profonda della struttura geologica e idrogeologica del territorio, impostando metodologicamente e finanziando collaborazioni con università ed enti di ricerca nazionali e internazionali. Siamo la prima provincia in Italia ad aver prodotto un lavoro così importante in ambito idrogeologico, e siamo anche la prima Provincia ad aver reso obbligatorio all’interno dei pat comunali il piano delle acque. Dunque un ente vitale, innovativo, utile e non da abolire, in grado di far dialogare il territorio e di porsi come modello amministrativo virtuoso a livello nazionale».

In dettaglio “Idro” presenta dati molto interessanti. Come illustrato da Valentina Bassan, coordinatrice del progetto: «Abbiamo avuto la conferma che il sistema delle falde acquifere della provincia veneziana è molto superficiale, e dunque inevitabilmente interferisce con tutti gli interventi “antropici”, anche quelli minori, inoltre i volumi d’acqua interessati sono molto elevati, si parla infatti di miliardi di metri cubi, rispetto a quanto un tempo si pensava, ovvero che si trattasse di una rete di portata modesta».

Alla presentazione presente anche la quinta commissione consiliare provinciale Ambiente presieduta dal consigliere Diego Vianello. Ha inoltre preso parte al convegno Andrea Vitturi, geologo esperto ed ex dirigente provinciale a cui lo studio è stato dedicato.

[19/10/2013]

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

8 Marzo dedicato alla Coreografa Luciana De Fanti. Di Andreina Corso

Se Italo Calvino ci perdona, se lo copiamo e ci lascia dire: se una sera d’inverno a Mestre una Grande Donna, un’Artista, una Ballerina, una Coreografa e una animalista ricorda suo figlio Omar Caenazzo, morto prematuramente in un incidente stradale, quella...

Malore fatale in bicicletta a Lido e due giovani picchiano vigile perché non possono passare

Mentre avveniva la tragedia, negli stessi istanti in cui perdeva la vita il 65enne lidense, una coppia picchiava selvaggiamente un agente della Polizia locale del Lido, solo perché non permetteva loro di passare essendo la strada bloccata.

Dramma sul campo di calcio nel sandonatese: 17enne sviene e non si sveglia più

Christian Bottan, 17 anni, è svenuto sul campo da gioco. Con il passare dei secondi il malore ha assunto una valenza sempre più drammatica.

Sciopero Comparto Sanità il 30 contro ‘Obbligo Vaccinale’ e ‘Green Pass’

Sciopero dei lavoratori della sanità (pubblico e privato) proclamato da Fed. Autonoma Italiana Lavoratori Sanità (FAILS) e Cobas Nordest.

Venezia salva la motonave “Concordia”, non sarà smantellata

A Venezia nuova vita per la motonave Concordia. Il Consiglio di Amministrazione di Actv S.p.A. ha deliberato di non procedere alla demolizione della motonave Concordia, ormai fuori servizio dalla fine del 2010 ed attualmente classificata come "galleggiante". La decisione è stata presa a...

Bella giornata a Venezia rovinata da una dimenticanza: 184 euro di multa Actv

Buongiorno, sono una studentessa 25enne in corso di laurea magistrale e vorrei raccontarVi quanto accadutomi stamane 02/04/2017, al ritorno dalla "So e Zo per i ponti" a Venezia. Premetto di aver passato una bellissima mattinata in compagnia del mio fratellino e di un...

Deve andare a lavorare, entra in pontile dall’uscita causa turisti: pontoniera la fa multare

Una brutta multa e un brutto gesto. Una multa salata ad inizio settimana, come buongiorno. E la rabbia per una multa di 67 euro per essere entrata dalla parte dell’uscita del pontile della linea 1 sul piazzale di Santa Lucia. E’ vero,...

Prende il viagra: la moglie chiama la polizia

Prende il viagra: la moglie chiama la polizia. 82 anni, dopo avere preso la pillolina blu ha tentato di avere un rapporto sessuale con la moglie. Ma la donna, sua coetanea, ha avuto paura "dell'impeto" ed ha chiamato la polizia.  E' inutile descrivere...

Green Pass obbligatorio: quali sono le regole

Green Pass obbligatorio, la guida: tutte le regole. Dove non si entra senza, come procurarselo, quanto dura, ecc...

Elezioni scolastiche: “Far votare solo con chi ha Green Pass è discriminatorio!”. Lettere

Ci sono cittadini di serie a e di serie z... e poi ci sono i fedelissimi esecutori, che oggi come nel '36 eseguono ordini come autentiche macchinette da regime... ma che poi si pentono amaramente come nel '45. Inutile dire che ...

Pensioni: cosa vuol dire Quota 102

Pensioni: sembra segnata la strada, e va verso Quota 102. Ma che cos'è "Quota 102" che va a interessare una platea di 50mila persone in 2 anni? Quota 102 (che arriverebbe al posto di Quota 100 che si esaurisce il 31 dicembre) dall'anno...

Situazione Actv/Avm Venezia: Brugnaro convoca i sindacati

Nonostante a Venezia i flussi turistici siano ripresi, nei primi dieci mesi del 2021 situazione ricavi peggiore di quanto si prevedeva