29.8 C
Venezia
sabato 31 Luglio 2021

Premi David di Donatello, miglior film Il capitale umano ma miglior regista, Paolo Sorrentino

HomeAltre NotiziePremi David di Donatello, miglior film Il capitale umano ma miglior regista, Paolo Sorrentino

Premi David-di-Donatello

Assegnati ieri i premi italiani più importanti del cinema italiano: i David di Donatello. Dopo un incontro, in mattinata al Quirinale, alla presenza del Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, attori e registi si sono dati appuntamento ieri sera per la cerimonia ufficiale, condotta quest’anno da Paolo Ruffini ed Anna Foglietta.

A contendersi quasi tutti i premi, Paolo Virzì, regista de Il capitale umano e Paolo Sorrentino, con la sua Grande Bellezza, il primo vincitore del premio come miglior film, il secondo come miglior regista. 9 in totale le statuette vinte per Il capitale umano e 7 per il film di Sorrentino, già trionfatore agli Oscar.

Il primo ad essere premiato però, come miglior regista emergente è stato Pierfrancesco Diliberto ‘’Pif’’ per il suo La mafia uccide solo d’estate, statuetta che gli è stata consegnata da Gabriele Salvatores.

Si è poi passati al miglior attore non protagonista, Fabrizio Gifuni per il film Il capitale umano, seguito da Valeria Golino, miglior attrice non protagonista nello stesso film di Virzì, premiato anche per la migliore sceneggiatura di Francesco Piccolo, Francesco Bruni e Paolo Virzì e per il miglior montaggio, quello di Cecilia Zanuso.

La Grande Bellezza ha vinto invece i permi per la miglior scenografia (premio consegnato a Daniela Ciancio), miglior trucco (Maurizio Silvi), miglior acconciatore (Aldo Signoretti) e migliore direzione della fotografia (Luca Bigazzi.)

Miglior protagonista, senza tante sorprese, Toni Servillo per il ruolo di Jep Gambardella in La Grande Bellezza, mentre miglior attrice protagonista è stata Valeria Bruni Tedeschi, per il suo ruolo ne Il capitale umano.

Omaggio speciale e standing ovation per l’icona del cinema italiano, Sohia Loren, premiata per il film La voce umana, diretta dal figlio Edoardo Ponti. Così come applausi e lacrime per il ricordo a Carlo Mazzacurati, scomparso pochi mesi fa.

Il premio per il miglior film dell’unione europea è andato a Philomena di Stephen Frears, mentre la statuetta per il miglior film straniero è andata a Grand Budapest Hotel di Wes Anderson.

Alice Bianco

[11/06/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.