COMMENTA QUESTO FATTO
 

La scorsa domenica Pontida ha dato vita ad una nuova fase politica che concettualmente può essere associata all’inizio di una nuova Repubblica. Non è megalomania ma interpretazione della volontà  degli elettori, i quali con i segnali pervenuti dalle urne e dal territorio hanno dato indicazioni ben precise ai partiti.La Lega Nord con questa giornata storica si è giocata molto, nello “scadenziario” che è stato predisposto sono stati indicati impegni e termini tutt’altro che propagandistici, gli step indicati avranno una funzione decisiva sulla crisi economica che stiamo affrontando e serviranno a mantenere saldi i rapporti di governo.

Il rapporto diretto che si crea tra la base del Carroccio ed i vertici, nel prato bergamasco hanno trovato il proprio zenit, si è trasformato cioè nel momento di massimo confronto, ed i messaggi diretti al segretario Federali Bossi, sono stati interpretati nei 12 punti dello “scadenziario” padano.

Riforma federalista approvata in meno di una anno e mezzo, tagli sulla spesa pubblica, maggiore autonomia fiscale e riduzione della pressione d’imposta. Ritiro dalla Libia e nuove leggi sull’immigrazione sono le azioni a cui la Lega Nord intende dar vita per contrastare il fenomeno dell’immigrazione clandestina per la quale già  da ora, grazie al nuovo pacchetto sicurezza del Ministro Maroni, sarà  possibile mettere in atto espulsioni meno vincolate da magistrati dallo slancio buonista che, giustificati da interpretazioni giuridiche ispirate a leggi comunitarie, hanno fino ad ora messo in pratica un accoglimento ingiusto ed indiscriminato.

Un’analisi interna ha dimostrato, alla faccia di chi dava una Lega frammentata, un Movimento in ottima salute e graniticamente compatto per il quale i sondaggi politici vedono una percentuale in aumento, ma gli allori su cui adagiarsi non esistono, le scadenze tracciate avranno un seguito concreto, la sferzata è stata consumata, ora aldilà  delle Camere, aspettiamo risposte puntuali dal Ministro Tremonti e dal Presidente Berlusconi.

[23 giugno 2011]

(* Assessore Regionale Veneto all’Ambiente)

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here