29.8 C
Venezia
sabato 31 Luglio 2021

Piccioni sul pane destinato al carcere, la denuncia Uilpa

HomeLetterePiccioni sul pane destinato al carcere, la denuncia Uilpa

“Sarà anche vero, come è ben noto, che il sistema penitenziario italiano è oberato da una serie di criticità che ne minano l’efficienza. Ed è certo che l’impegno del Ministro, dell’Amministrazione Penitenziaria e di questa O.S. sta contribuendo a riportare nei parametri richiesti dalla CEDU la situazione della vivibilità penitenziaria. Ma, come da tempo ripetiamo, molto, ma proprio molto, occorre ancora fare per stimolare molti dirigenti periferici a gestire con oculatezza, responsabilità e competenza anche le minime questioni per cui non serve essere ne’ grandi giuristi ne’ impeccabili manager. Quello che abbiamo documentato a Venezia è scandaloso ed è testimonianza di una superficialità che va immediatamente corretta”

Le parole del Segretario Generale della UILPA Penitenziari, Eugenio Sarno, denunciano l’incredibile: alla Casa Circondariale di Venezia ceste di pane in attesa di essere distribuite ai detenuti e al personale è stato lasciato all’esterno in balia dei colombi che ne hanno approfittato indisturbati.

“Le foto parlano da sole. Non ho commenti da aggiungere se non auspicare che le competenti autorità sanitarie ed amministrative facciano piena luce sull’accaduto e decidano di individuare eventuali le responsabilità. Pur essendo profano in materia ornitologica e medica – conclude sarcasticamente Eugenio Sarno – credo che l’esposizione del pane alle scorribande dei piccioni mal si concili con i criteri minimi di igiene. Pertanto il minimo che possiamo attenderci dopo questa pubblica denuncia è che tali episodi non abbiano più a ripetersi e che all’interno della Casa Circondariale si possa distribuire e consumare pane non contaminato da volatili con a seguito carico di pulci, zecche e deiezioni … “

Le foto che pubblichiamo sono fornite direttamente dal rappresentante sindacale Uil e documentano come il pane destinato ad essere consumato all’interno del carcere sia lasciato incredibilmente a disposizione dei colombi per strada. Nonostante i panini appaiano confezionati singolarmente, non pare particolarmente difficile per i piccioni affamati aprire varchi con il becco, con la qualità e le condizioni che ne derivano.

Redazione

[19/06/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.