Per promuovere il territorio bisogno partire dalle nostre scuole

ultimo aggiornamento: 05/01/2011 ore 18:34

134

Il turismo è, soprattutto per la nostra provincia, un settore che favorisce la crescita e fa da traino all’economia locale. I dati parlano chiaro, e vedono il Veneziano fare la parte del leone a livello nazionale. Il problema del turismo è oggi estremamente complesso – coinvolge diversi attori istituzionali e mette in gioco diverse competenze, dall’accoglienza ai trasporti alla sicurezza – e lo si deve affrontare facendo riferimento alle forze e alle risorse del territorio, non esclusivamente al capoluogo.

I primi portavoce per favorire questa economia devono essere gli amministratori locali e i cittadini veneziani, poiché dovrebbero conoscere e amare il proprio territorio. Non si possono sviluppare politiche e strategie sul turismo seguendo le logiche dei singoli campanili, perché di solito si rivelano perdenti.

La nostra provincia ha la fortuna straordinaria di avere Venezia come città  capoluogo. Venezia unica al mondo, assolutamente speciale per le sue caratteristiche, non riscontrabili in alcun continente. In questo contesto Venezia deve essere vista e letta come volano per l’economia turistica del territorio, non realtà  fagocitante, ma occasione di conoscenza e ritorno economico per gli altri comuni.

Venezia deve essere dunque considerata un’opportunità ; è infatti probabile che i nostri concittadini conoscano i maggiori musei della città  capoluogo, ma è meno certo che sappiano quali sono le ville del Brenta, o abbiano visitato il sito archeologico dell’antica Altino.

Voglio ricordare che questa provincia ne ha per tutti i gusti e per tutte le tasche: arte, cultura, storia, ambiente, sport ed enogastronomia. Dalla Noale antica al grande patrimonio naturalistico lungo le rive del Piave, dalle spiagge del nostro litorale all’immenso patrimonio ambientale del Sandonatese, fino al Veneto orientale e a Chioggia città  d’arte e canali.

Disponiamo di un territorio diversificato e pieno di bellezze artistiche ed ambientali, che dobbiamo solo promuovere come un tutto, facendo gioco di squadra. Nel nostro litorale si trovano cinque spiagge tra le più rinomate in Europa. E questi arenili vanno promossi come un sistema, perché ognuno di essi ha una sua peculiarità , oltre ad offrire al turista attrazioni e servizi di eccellenza.

A questo punto servono atti concreti. La Provincia si è mossa in merito, con un progetto mirato che coinvolge le scuole. Ritengo che la scuola abbia un ruolo determinante per far conoscere e promuovere la nostra realtà . Abbiamo invitato le scuole a visitare la sede della Provincia, Ca’ Corner, un palazzo ricco di arte e tesori che rappresenta una parte della storia della nostra nobile Repubblica Serenissima. Le scolaresche potranno usufruire nel periodo primaverile dell’ampio giardino, i bambini e i docenti potranno sostare, fare merenda e visitare il palazzo.

E’ un primo passo concreto, ma tanti piccoli passi concreti fanno grandi progetti.

(*) Presidente della Provincia di Venezia

[05 gennaio 2011]

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here