PELLEGRINI ARGENTO NEI 200 AI MONDIALI DI BARCELLONA | FEDE RECUPERA NEL FINALE E SFIORA L'ORO VINTO DALL'AMERICANA FRANKLIN

ultimo aggiornamento: 29/07/2013 ore 22:00

51

L'atleta di Spinea conquista un argento inaspettato nei 200 stile libero con una gara di grande potenza. «Ringrazio tutti quelli che mi hanno scritto su Twitter. Il mio mondiale non è ancora finito, domani c'è la staffetta e poi dopodomani i 200 dorso».
NOTIZIE SPORT |Quando decide di mettere il turbo e la sua testa è sgombra è una forza della matura senza paragoni. E se quei 200 metri fossero stati anche 210 avrebbe di nuovo vinto la medaglia d’oro, quella della migliore, della più forte. Federica c’è, eccome. Le riviste patinate, le polemiche e tutto il grande circo che le ruota attorno da quando è una stella del nuoto mondiale, quando lei scende in vasca si spengono per lasciare spazio alle sue bracciate, alla sua potenza, alla sua classe e determinazione A Barcellona ha vinto la medaglia d’argento nei 200 stile libero, la gara che la consacrò come nastro del nuoto mondiale alle Olimpiadi di Atene nove anni fa. Un successo che le è sfiorato di un soffio, a lei che quella gara non doveva nemmeno farla ma che è contenuta nel suo Dna. Davanti all’atleta di Spinea nella finale mondiale stavolta la cuffia l’ha messa l'americana Franklin. Ma la Pellegrini, sempre indietro fino ai 150 metri, ha dato vita a una pazzesca rimonta che le ha permesso di chiudere sul secondo gradino del podio regalando a lei e all’Italia una medaglia inattesa. Bronzo alla francese Camille Muffat.

«Mi passano per la testa tantissime cose – ha detto Fede fuori dalla vasca – quest'anno non avevamo lavorato sulla distanza, non l'avevamo preparata ed era quindi per me un punto di domanda. Sono forte grazie a mamma e papà , anche se io ci ho messo del mio. Sono contenta che sia arrivata un'altra medaglia, davvero inaspettata. Sono partita 10 anni fa da qua – aggiunge la Pellegrini riferendosi alla sua prima convocazione azzurra nel 2003 – e torniamo 10 anni dopo in una maniera strepitosa. Il tempo di oggi fa pensare, magari se l'avessimo preparata…», dice lasciando qualche puntino di sospensione. «Ringrazio tutti quelli che mi hanno scritto su Twitter. Il mio mondiale non è ancora finito, domani c'è la staffetta e poi dopodomani i 200 dorso».

«E’ un orgoglio veneto. Brava Federica, ancora una volta ha dimostrato il suo talento e la sua forza, non solo atletica, ma anche d'animo. Il Veneto gioisce con lei per la medaglia d'argento conquistata in una gara a cui non doveva nemmeno partecipare. Grazie per questa ennesima prova straordinaria». Così il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, si è complimentato con Federica Pellegrini, che ha vinto la medaglia d'argento nei 200 stile libero ai mondiali di nuoto in corso a Barcellona.


Raffaele Rosa
[redazione@lavocedivenezia.it]
Riproduzione Riservata
[01/08/2013]

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here