27.3 C
Venezia
lunedì 02 Agosto 2021

Padova, uomo minaccia di suicidarsi all’interno di un’aula di tribunale

HomeNotizie VenetoPadova, uomo minaccia di suicidarsi all’interno di un’aula di tribunale

tribunale vuoto aula udienza sospesa

Veri e propri attimi di paura ieri in un’aula del tribunale di Padova, quando un ex commerciante, che si trovava lì per aver fatto opposizione ad una multa di 200 euro per incauto acquisto di alcune attrezzature, ha estratto dalla tasca una corda ed ha minacciato di togliersi la vita infilandosela al collo.

Nell’aula, che al momento ospitava le udienze quotidiane del giudice Nicoletta De Nardus, l’imputato, che era in visibile stato d’ira e disperazione, ha impugnato il cappio minacciando tutti di volersi suicidare se il giudice non fosse stato clemente con lui.

Sono immediatamente intervenuti, per bloccarlo, un ufficiale giudiziario, un cancelliere ed alcuni avvocati, che hanno così scongiurato il tragico gesto.

L’uomo, un ex commerciante sessantenne di Padova, multato, accusato e consapevolmente colpevole di aver comprato merce in modo incauto, per poter così risparmiare e far fronte ai debiti contratti con fornitori ed Inps, sin dall’inizio della sua udienza aveva mostrato dei segni di squilibrio, non voleva sedersi e aveva imbastito un discorso per poter raccontare il suo disagio, di negoziante ormai sul lastrico.

Il giudice De Nardus lo ha ascoltato, finché non ha visto spuntare nelle mani dell’uomo quel pezzo di corda. La dottoressa ha promesso di studiare con più attenzione il suo caso, in attesa della prossima udienza fissata per il 10 luglio.

Redazione

[21/03/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.