Padova, rumeno si lamenta per il rumore in una moschea e viene aggredito dagli islamici

ultimo aggiornamento: 05/06/2014 ore 11:18

220

moschea padova

A Padova è da poco sorta, vicino all’incrocio della Stanga, una nuova moschea è pronte sono arrivate anche le polemiche dei residenti del quartiere, tra cui quella di un rumeno che, lamentatosi più volte, alla fine è stato aggredito da alcuni islamici.

T. T. che risiede in Italia dal 1998, ha presentato ieri una denuncia alle forze dell’ordine, dopo che un gruppo di stranieri frequentanti la moschea, stanchi delle lamentele dell’uomo per il troppo chiasso, hanno pensato di fargliela pagare lanciandogli delle bottiglie d’acqua piene, contro di lui e alle finestre di casa.

Indignato, la vittima ha presentato un esposto anche al Prefetto, al sindaco e ha fatto pervenire ai giornali il racconto dello spiacevole episodio. In esso, T. T. ha spiegato che è ‘’in special modo di venerdì, dalle 12 alle 14.30, a causa del rumore assordante devo andarmene, ho paura per i miei figli. La mia bambina si sveglia di notte e la dobbiamo portare dallo psicologo. Ormai è un’ossessione e poi ho paura per le continue minacce ricevute’’.

Un vero e proprio incubo quello che sta vivendo la famiglia e dal canto loro gli islamici che frequentano il luogo di culto, affermano: ‘’ Veniamo qui alle 17.30, dopo il lavoro e ogni tanto la sera, verso le 21, massimo 22. Basterebbe che ci parlassero invece di fare gli esposti e troveremmo un accordo’’.

Redazione

[05/06/2014]

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here