5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
17.6 C
Venezia
mercoledì 12 Maggio 2021

Ospedale dell'Angelo di Mestre, sessione fotografica in mezzo ai malati

HomeVenezia cittàOspedale dell'Angelo di Mestre, sessione fotografica in mezzo ai malati

VENEZIA | Sembra una giornata come tutte le altre, invece e' una giornata in cui si celebra la mancanza di rispetto per il dolore altrui. Ospedale dell'Angelo, giovedi' 8 marzo, ore 12 circa, atrio. Ovunque la solita attivita', utenti dell'ospedale e dipendenti che si adoperano nel rispetto del luogo e di quella particolare dimensione umana che puo' essere la malattia per una persona.
Prenotazioni, campanelli che scandiscono le visite, gente che entra e altra che ritorna a casa. All'improvviso pero' si nota un fervore anomalo. Un riflettore di tipo cinematografico svetta in altezza e rivela che al centro dell'atrio dell'Ospedale di Mestre si stanno facendo riprese.
Si tratta di un vero e proprio set fotografico con un ragazzo e una ragazza, evidentemente modelli, e due moto in primo piano. Sullo sfondo pazienti, uomini e donne in cura ed accompagnatori con espressioni preoccupate. La dissonanza e' incredibile: “Brava, cosi'.. guarda qua..” si mescola con le voci dei passanti “Mi hanno dato l'appuntamento per mercoledì…”. All'interno dell'ospedale dell'Angelo di Mestre, proprio in mezzo alla gente che viene e va per motivi di cura, una troupe fotografica. Pare impossibile ma e' cosi'.
Chissa' se si tratta di un nuovo metodo per incrementare le entrate in questi giorni di vacche magre e di austerity imposta dalla Regione.
Quello che e' certo, comunque, e' che ammalati e accompagnatori non saranno stati contenti di trovarsi casualmente dentro il mirino della macchina fotografica. A noi sembra di ricordare che all'interno di un ospedale sia proibito fare fotografie, e comunque anche in presenza di un'eventuale autorizzazione 'speciale', e' assolutamente vietato riprendere i volti delle persone che vi accedono, volti che tradiscono spesso sofferenza e dolore per problemi anche molto seri e gravi, volti di persone che non hanno espresso certo la volonta' di apparire in scatti fotografici. Poco importa se poi le foto magari vengono cancellate o non vengono pubblicate, l'atto e' stato compiuto ed e' stata una piccola violenza su malati e accompagnatori.
Ne' il sito dell'Ulss 12 veneziana, ne' all'ingresso dell'Ospedale erano esposti avvisi che parlavano della circostanza avvisando le persone.
Un altro piccolo segno di cosa e' diventata la sanita' ai giorni nostri.


Monica Manin
[redazione@lavocedivenezia.it]

Riproduzione Vietata
[15/03/2012]

ospedale angelo mestre foto set ammalati

Data prima pubblicazione della notizia:

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor