2.8 C
Venezia
martedì 30 Novembre 2021

Orsoni sindaco di tutti, anche dei campagnoli: “Si scusi”

HomeMestre e terrafermaOrsoni sindaco di tutti, anche dei campagnoli: "Si scusi"
la notizia dopo la pubblicità

mestre piazza ferretto

Apprendiamo dalla stampa locale che il sindaco, Giorgio Orsoni alla fine del concerto della Fenice in Duomo, il primo ottobre, se n’è uscito con un “campagnoli” che è notoriamente interpretata come un’offesa nei confronti dei mestrini.

“Se quanto afferma la stampa è vero – esordisce Andrea Selva Volpi di Fratelli d’Italia – vogliamo ricordare al Sindaco che egli rappresenta non solo i veneziani residenti in Centro Storico e nelle Isole, ma anche i quasi duecentomila mestrini che costituiscono i due terzi della popolazione del Comune e che, pertanto e direi purtroppo, pagano un fetta notevole delle gabelle necessarie al pagamento delle indennità Sue, della Sua giunta e della relativa quanto conseguente mala gestione della terraferma veneziana.”

“Se Orsoni non vuole essere sindaco anche dei mestrini la cosa che suggeriamo è quella di rassegnare le proprie dimissioni da sindaco e far felici, non dubitiamo, non solo i duecentomila mestrini ma anche molti veneziani del centro storico – continua Andrea Selva Volpi – suggeriamo al Sindaco Orsoni che, invece di lasciarsi andare a queste espressioni che fanno decisamente poco onore ad un Primo Cittadino, si concentri di più sui problemi del territorio, come ad esempio il degrado in cui versano Mestre e Marghera. Chiediamo delle scuse ufficiali a tutti i cittadini della Terraferma.”

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

3 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. si vergogni e si dimetti che nessuno lo vuole piu che abbia questo tipo di incarico.il partito suo partito intervenga con urgenza a dimettere sindaco.NON VOGLIAMO SCUSE ma solo dimissini IMMEDIATE

  2. Il caro Sindaco si deve preoccupare anche di non svendere i palazzi storici di Venezia, e deve tutelare il territorio della gronda lagunare ove si pretende di costruire scempi urbanistici come il Palais Lumiere o il famigerato By-pass di Campalto.
    Concordo sulle dimissioni di questo personaggio.

    Cordiali Saluti
    Bebo31

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Due Coca-Cola (per fare pipì) a Venezia? 8 euro (al banco). Lettere

Gentile cronista, premetto che sono di Treviso, non sono di provenienza "locale" e forse questo conta ancora nella vostra città. Lunedì 25 ottobre, mi trovavo con mia figlia, in gita a Venezia con altre famiglie e compagne di mia figlia. Visitando la vostra magica...

Mose solo da bloccare, progetto scollegato dalla elementare realtà lagunare

Mose; non solo un progetto da bloccare, ma una riflessione tecnica sulle responsabilità concettuali di una operazione sviluppata da un team di eminenti studiosi, totalmente scollegati dalla elementare realtà lagunare. A chi conosce il fango lagunare,i problemi legati alla corrosione galvanica, all'agressività...

Maestra veneziana in Terapia Intensiva. Era stata licenziata a Treviso perché “Il virus non esiste”

Sabrina P., maestra veneziana, è ricoverata in Terapia Intensiva all'Ospedale dell'Angelo di Mestre. Non vaccinata, no vax e negazionista della prima ora, era stata già sollevata da una scuola di Treviso in quanto continuava a ripetere ai bambini: "Il virus non...

Mestrino condannato per violenze sessuali alla bimba di 6 anni

Venezia. Un abominevole abuso ai danni di una bambina di sei anni. Le parole, la sentenza e le pene adeguate all’orrore di questo abominevole abuso, le assegnerà la Giustizia a colui che si stenta a chiamare uomo, colui che ha commesso reati...

Viale San Marco, a Mestre, perde la sua storica pasticceria Corona

La Pasticceria Corona, di Raffaella e Fabio, fino ad oggi a Mestre, in Viale San Marco, si trasferisce a Fossalta di Piave.

Chiede di indossare la mascherina: turista picchia marinaio Actv

Il marinaio Actv chiede di indossare la mascherina: preso a pugni. Arriva il capitano: picchiato anche lui. Cattivo segno dei tempi di un turismo asfissiante e stressante a Venezia che sono tali anche per loro, per i turisti. La città, la pandemia,...

A Venezia siamo scortesi? Gravissima protesta di una ragazza arrivata a detestare i veneziani

Venezia ospita fra i 23 e i 25 milioni di visitatori all’anno. A questi vanno sommati i "gitanti giornalieri" (con treno e auto) e poi i circa 3 milioni l'anno di cosiddetti «falsi escursionisti» (chi pur visitando la città pernotta...

Maestra veneziana in Terapia Intensiva. Era stata licenziata a Treviso perché “Il virus non esiste”

Sabrina P., maestra veneziana, è ricoverata in Terapia Intensiva all'Ospedale dell'Angelo di Mestre. Non vaccinata, no vax e negazionista della prima ora, era stata già sollevata da una scuola di Treviso in quanto continuava a ripetere ai bambini: "Il virus non...

Processo del lavoro e prova per testimoni: la delicata posizione del collega-testimone

In questo articolo analizzeremo la delicata posizione del testimone all'interno del processo del lavoro e come tale problematica stia evolvendo alla luce della crescente precarizzazione della forza-lavoro. Nel rito speciale del lavoro, come più in generale nel processo civile, è ammessa la...

La Venezia Scomparsa: Molin e il Ponte dei Giocattoli. I ricordi, la chiusura: incontro con Federico, l’ultimo gestore, 12 anni dopo

Il negozio Molin, conosciuto da tutti i veneziani tanto da aver ribattezzato “il Ponte dei Giocattoli”, non rappresentava per me un semplice, piacevole prolungamento del percorso mattutino, ma un vero e proprio luogo dei sogni a due soli passi da casa. La...

“Non mi hanno fatto entrare all’Ospedale di Venezia per accompagnare mia figlia”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. Buongiorno sono una cittadina italiana. Martedì ho accompagnato mia figlia di 10 anni a fare una visita in ospedale di Venezia ma all' ingresso non mi hanno fatto entrare perché non ho il "Green Pass". Ma secondo voi è possibile lasciare...

L’autopsia dovrà chiarire perché è morto a 31 anni: non si è più svegliato dopo il vaccino

Mattia Brugnerotto è morto il giorno dopo l'iniezione. Si era sottoposto a dose unica del vaccino, andato a letto non si è più risvegliato.